BalestratePolitica

Balestrate, Curcurù duro su Rizzo: “Si preoccupi di risolvere i problemi e lasci ai cittadini il diritto di denuncia”

Il consigliere di minoranza interviene pesantemente sulle dichiarazioni del primo cittadino in merito alle denunce di alcuni cittadini

Pubblichiamo l’intervento del consigliere pentastellato Giuseppe Curcurù sulle dichiarazioni del primo cittadino Vito Rizzo a difesa dell’immagine di Balestrate.

“Sconfortante la nota del sindaco Rizzo, preoccupato per il “danno d’immagine” la cui responsabilità sarebbe attribuita unicamente ai cittadini denunciatari!
Ci dica il sindaco quale danno alla “sostanza” stia invece arrecando la sua azione politica, giustifichi la lentezza e l’imperizia tecnico-amministrativa con cui affronta i problemi del nostro paese, ancora irrisolti.

Si preoccupi di fare rispettare i contratti, di comunicarci i piani di investimento di Amap e la collocazione delle nuove sorgenti di approvviggionamento!
Le associazioni ambientaliste avevano intrapreso una significativa attività di controllo e non solo! Hanno abbandonato per ragioni che il primo cittadino conosce bene. Ora ne invoca la collaborazione!
I cittadini sono liberi di esprimere il dissenso con immagini, foto e quanto necessario. La stampa onesta e libera ha il dovere di dare notizie alla collettività, “senza filtri”. Se questo è un problema, si riconosca invece che, all’origine della presunta lesione d’immagine, c’è una “lesione di sostanza”.

A Balestrate non erano mai sorti comitati di protesta per rivendicare diritti lesi ( si pensi al Comitato per o diritto allo studio). Questa Amministrazione è stata in grado di produrre anche questo.

Un appello ai cittadini: nessuno intacchi la vostra libertà di dire, nessuno osi contestare il giornaliasmo serio e professionale. Si interroghi il sindaco sulla sua capacità di risolvere i problemi nella sostanza e lasci agli artisti il culto dell’immagine.”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close