Castellammare del GolfoPrimo Piano

Castellammare. Avviata la ripulitura della parte bassa della villa Margherita e dei bordi stradali

Cittadini con disagio economico al lavoro per la manutenzione e pulizia di aree verdi. Venerdì mattina alcuni dei lavoratori hanno iniziato con la pulizia approfondita della parte bassa della villa comunale Regina Margherita e dei bordi strada di alcune vie cittadine. «Si tratta dello stesso meccanismo utilizzato per progetti di utilità e reinserimento sociale come “spiagge pulite” per mezzo dei quali cittadini con disagio economico collaborano civicamente svolgendo attività lavorative e percependo un compenso – spiegano il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore ai Servizi Sociali Enza Ligotti-. I lavoratori che vengono impiegati per un massimo di 90 ore mensili, collaborano anche per la pulizia e manutenzione di aree da ripulire e zone verdi come la villa comunale regina Margherita che comunque è giornalmente mantenuta in ordine da altri cittadini assunti dalla graduatoria legata a prestazioni di servizio civico, ma occorre maggiore manutenzione per la pulizia e cura dei vialetti della parte bassa e la potatura degli alberi. Di recente, a causa del maltempo, non è stato possibile effettuare una pulizia accurata -spiegano il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore ai Servizi Sociali Enza Ligotti- e la villa Margherita, così come villa Olivia, sono state chiuse per la messa in sicurezza per il pericolo di alcuni rami degli alberi spezzatisi a causa del forte vento. Con la supervisione di personale competente, come il nostro esperto forestale Antonio Senia, adesso sono stati anche eliminati alcuni rami poiché questo non è il periodo idoneo per intervenire e i lavori saranno ripetuti nei tempi che gli esperti ritengono utili per mantenere la fioritura delle piante».

La finalità del servizio è quella di “promuovere il reinserimento sociale”, per un massimo di 90 ore mensili, per cittadini con disagio economico occupati per la custodia, pulizia e vigilanza di strutture pubbliche, cura del patrimonio comunale, aree verdi ed ogni altra attività ritenuta utile alla collettività. «Attività sociali di reinserimento molto utili per la continua domanda di sostegno a nuclei familiari e singoli cittadini che si trovano in una situazione di disagio economico ed inseriti nella graduatoria sulla base di precisi parametri come l’Isee -concludono il sindaco Nicola Rizzo e l’assessore ai Servizi Sociali Enza Ligotti-. Oltre alla pulizia della villa Margherita i lavoratori delle “novanta ore” provvederanno a ripulire dalle erbacce le cunette di alcune arterie stradali e ripetere gli interventi in caso di necessità».

Leggi intero articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Il Tarlo Caro lettore, abbiamo qualcosa di importante da dirti! Dal 1998 un gruppo di giornalisti e collaboratori lavora con passione al progetto de "Il Tarlo" per offrirti il meglio delle notizie locali. Se apprezzi il nostro impegno ti chiediamo di mettere un like alle nostre pagine Facebook e Twitter!

close-link
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker