Al Cinema

Cinema. Il Re Leone torna al cinema dopo 25 anni e fa il tutto esaurito

Torna un grande classico della Disney e fa il sold out! Un film per grandi e piccini capace ancora di commuovere

Numeri da capogiro quelli fatti registrare dal remake di uno dei più amati classici della Disney, il Re Leone – infatti – ha sbancato al botteghino! Sale piene di giovanissimi e da tante coppie, oggi genitori, sono cresciuti sulle note de “Il cerchio della vita”, il risultato è stato un sold out che in pochi ricordano ad agosto inoltrato. La pellicola ripercorrere la trama originale del cartone: il branco guidato da Re Mufasa si appresta ad accogliere l’arrivo di Simba, futuro Re ed erede di Mufasa ma questo destino non è accettato dal perfido Scar, fratello del prode sovrano della Rupe dei Re che trae in inganno il piccolo Simba nella gola di un burrone e scatena una mandria impazzita di gnu contro il futuro erede.

Tragica e quasi iconica la morte di Mufasa nel tentativo di salvare il figlio che si darà poi alla fuga seguendo il consiglio del viscido Zio. Allevato dai simpatici Timon e Pumba, Simba crede nella jungla come un leone atipico: mangia larve e canta Hakuna Matata mentre il branco di Mufasa accetta Scar come nuovo sovrano e, seppur con grande diffidenza, accoglie le iene. Un periodo buio che porta sterminio e distruzione fino a quando Nala – leonessa promessa sposa di Simba – non si imbatte per caso nella jungla e si ricongiunge col suo amico ormai diventato forte e fiero, incredulo ai racconti di Nala, Simba sembra fermo nella sua decisione di non tornare col branco, troppo forte in lui la convinzione di essere stato artefice della morte del padre, l’amore però porta Simba nei luoghi natii dove si misura con la scellerata tirannia di Scar deponendo lo zio dal trono e riportando la pace sotto la terra dominata dalla Rupe dei Re.

Un’altalena di emozioni su cui grandi e piccini viaggiano con la stessa frequenza dei battiti, un nuovo capolavoro dell’animazione Disney che dopo un quarto di secolo incanta senza condizioni regalando emozioni contrastanti e preziosi insegnamenti su quella strana cosa che chiamiamo vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close