PartinicoPrimo Piano

Comitato Invaso Poma su situazione dei servizi erogati dal Consorzio di bonifica, ufficio Partinico

Il Comitato Invaso Poma lunedì scorso si è riunito nella nuova sede di via Principe Umberto n.29, nell’occasione è stato trattato l’Odg sulla “Discussione sulla situazione dei servizi erogati dal Consorzio di bonifica, Ufficio di Partinico”. Il Comitato ha rilevato che seppur con l’impegno e l’attivo interessamento e la disponibilità dell’Assessore regionale all’agricoltura Bandiera e soprattutto dei sindaci di Partinico, Trappeto e Balestrate del Comprensorio, come a oggi resti grave la situazione del servizio in relazione ai risolutivi mancati interventi di risanamento della rete (seppur pressantemente e costantemente richiesti in tempi utili) e più specificatamente nel 2° e 3° lotto sollevato che di fatto hanno compromesso la stagione irrigua almeno per la parte di produzione intesa come “primaticci” pregiudicando ,se non si interviene con rapidità e radicalità, quella estiva annullando qualunque volontà che impedisce agli agricoltori una programmazione virtuosa e sicura.

Abbattimento Alberi a Partinico e Palermo

Il Comitato rileva come il lavoro propositivo, ad oggi, del TAVOLO TECNICO costruito con la presenza delle amministrazioni locali, dei rappresentanti del Comitato invaso Poma e delle organizzazioni dei lavoratori e delle categorie e guidato per volontà dell’Assessore regionale da un funzionario dell’Assessorato, sia stato sottovalutato nei suoi scopi istituzionali, seppur nato quale strumento di collaborazione tra il nostro territorio ed il Consorzio di bonifica dalle attuali, mancate risposte.

Il Comitato ,infine, dopo avere ricostruito le ragioni che nel luglio 2017 lo portarono alla sua nascita, l’impegno ed il lavoro costante profuso in questi due anni perché il nostro Comprensorio irriguo dopo anni di incuria ed abbandono potesse ritornare nella funzionalità dei servizi erogati così come fu per oltre 30 anni attraverso la Cooperativa Consorzio irriguo Jato, ha ritenuto di informare e i sindaci e l’Assessore all’agricoltura dell’attuale situazione di stallo nella funzionalità del servizio sebbene si abbia un invaso strapieno di acqua e una disponibilità degli agricoltori a costruire una politica di sviluppo del nostro territorio agricolo.

Comunicato Stampa

Leggi intero articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close