Gi artisti Samuele e Mannarino hanno registrato un videoclip a Castellammare

Nelle foto: l’assessore Maurizio Paradiso con Samuel e Mannarino

«Ringraziamo i due artisti SAMUEL & MANNARINO che hanno scelto la nostra Castellammare per il loro ultimo lavoro “Ultra Pharum”, in uscita oggi 12 marzo. Un’occasione di promozione importantissima per Castellammare come si potrà vedere dal videoclip. Abbiamo ospitato Samuel e Mannarino in città e solo oggi, rispettando la volontà dello staff, abbiamo reso nota la presenza dei due musicisti che hanno registrato a Castellammare fino al 9 ottobre con un incontro artistico inedito che siamo certi sarà molto apprezzato: lo studio mobile di registrazione di Red Bull ha scelto Castellammare grazie alla proposta del nostro concittadino Claudio Colomba, location manager. Siamo orgogliosi del fatto che il brano sia nato nella nostra città: musica e parole ispirate dalle atmosfere, dai paesaggi, dal mare, da Castellammare ». Il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura Salvo Bologna non nascondono l’entusiasmo per la scelta dei due musicisti Samuel e Mannarino di registrare a Castellammare, sullo studio mobile di Red Bull, il loro ultimo brano, in uscita oggi su tutte le piattaforme digitali: “Ultra Pharum”, frutto della prima collaborazione tra Samuel e Mannarino “un ponte tra gli universi sonori diversi dei due artisti”.

“Samuel e Mannarino hanno unito i loro due mondi musicali e hanno trovato un punto di incontro sulla costa di Castellammare del Golfo, in Sicilia, dove Samuel ha scelto di portare lo studio di registrazione mobile: “Poter andare a scrivere una canzone di fronte al mare è un sogno che si avvera” racconta l’artista torinese “è esattamente come stare in uno studio vero, la differenza è che quando esci da quella porta ti trovi di fronte ad uno scenario che hai scelto tu” e prosegue “portare la musica in mezzo alla vita ti aiuta ancora di più a portare la vita nella musica, perché chi scrive canzoni racconta la vita degli esseri umani”.

Lo studio mobile di Red Bull è arrivato a Castellammare il 3 ottobre e fino al 9, in piazzale stenditoio, alla cala marina, ha ospitato la sessione di scrittura creativa e di produzione musicale che ha coinvolto SAMUEL & MANNARINO, rimasti in incognito per poter lavorare in tranquillità. La videoproduzione ha filmato ciò che è avvenuto all’interno dello studio ed ha seguito gli artisti in alcuni luoghi della città di Castellammare.

“A due passi dal mare e lontano dalle proprie abitudini i due artisti hanno cercato di trasferire nel pezzo le vibrazioni del posto che li ha accolti, a partire proprio dal titolo ULTRA PHARUM che hanno scoperto e scelto durante gli ultimi giorni di registrazione: il nome antico dell’isola “oltre il faro”, utilizzato durante il Regno delle Due Sicilie per indicare la parte insulare del regno. Ed è proprio “oltre il faro” che, ancora oggi, si raccolgono infinite storie di migranti e viaggiatori, quella porta che unisce e separa l’Europa dall’Africa e che fa incontrare civiltà e popoli diversi che guardano allo stesso mare.  Ed è da queste riflessioni che nasce il testo della canzone. Con lo stesso spirito, per raccontare la Sicilia con gli occhi di chi la vede come la terra promessa, sono state coinvolte nel progetto le persone incontrate sul posto durante la registrazione: dalla voce francese della cantante siciliana Benedetta di Pasquale, al coro senegalese “la mano di Francesco” passando per le numerose comparse locali che in quei giorni hanno frequentato lo studio mobile e che appariranno la prossima settimana nel videoclip girato in Sicilia che ha interpretato perfettamente i temi del brano: una storia che è la narrazione di un incontro tra diversità, ognuna con il proprio linguaggio e la propria ricchezza. La genesi del brano e la storia dell’incontro fra Samuel e Mannarino sono raccontate in un documentario disponibile su www.redbull.com/ultrapharum

Potrebbe piacerti anche Altri di autore