Liccate a SardaTrappeto

Info point e bike sharing trappetesi? Cronaca di un disastro: zero offerte (in pieno luglio) per la concessione del servizio, ma il Comune ci riprova

Un avviso bandito ad inizio luglio, 2 le settimane di tempo per partecipare, 0 le richieste per la gestione d chioschi di informazione turistica e delle biciclette elettriche. Ecco la cronaca, allarmante, di un papocchio annunciato.


info point e bike sharing a Trappeto hanno già abbondantemente fatto parlare e soprattutto scrivere. Tuttavia, come pare di capire, al peggio non c’è mai fine e lunga e tortuosa sembra essere la via che potrebbe condurre l’amministrazione di Santo Cosentino in acque serene. Esiste un avviso pubblico per la concessione d’uso dei chioschi pertinenti gli info-point e del servizio “Trappeto Bike” datato 3 luglio 2019 in cui veniva stimata la concessione triennale dei servizi per un importo complessivo di € 2.100 (700 euro/anno).

Un avviso partito male, del resto luglio non è certo un mese adatto a bandire una gara per concedere due servizi turistici importanti come gli info point e le biciclette elettriche, ma – indagando e leggendo le carte – si può dire che al cosa è andata oltre ogni infausta aspettativa. 15 giorni, dal 05 al 20 luglio 2019, questo il tempo concesso dal Comune a chi volesse partecipare alla gara, una forbice alquanto risicata che – come previsto – non ha ingolosito alcuno.

Per quanto Trappeto sia paese a vocazione turistica, infatti, nessun imprenditore degno di tale nome si sarebbe avventurato in un legame triennale Comune senza avere il tempo necessario per leggere i dati sui flussi turistici. Un pasticcio, l’ennesimo, mosso dalla fretta di rimediare al ritardo con cui è stato presentato il documento e che ha portato ad un mesto: “Sono pervenute n. 0 offerte tramite protocollo nei tempi previsti”.

Impegnando la ragione ci si chiede come mai, una volta presa consapevolezza dello scarso interesse dei privati, il Comune non abbia optato per l’affidamento diretto alla Pro Loco “Trappetum Cannamelarum”, materia ostica su cui prima di rispondere – occorre leggere appositi regolamenti. Siamo in attesa di scoprire – infine – l’esito del secondo avviso pubblico bandito dal Comune il 31 luglio con scadenza 19 agosto 2019. Nessun dato è stato pubblicato fino ad oggi sul sito del Comune di Trappeto, ma la speranza è l’ultima a morire.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close
Close