La tortillas de patatas: un tapas spagnolo comune in Sicilia

Nei locali spagnoli si è soliti mangiare le tapas, stuzzichini di vario genere.

Le tapas nascono in Andalucia intorno all’800, per accompagnare lo cherry, un dolce liquore. Il nome nasce dall’abitudine di coprire il bicchiere con un “tapa” (piattino) per tenere lontane le mosche; questo piattino, vuoto, è stato così riempito dai tapas.

L’importanza dei tapas risiede non solo nella delizia culinaria, ma soprattutto nella conversazione che accompagna la degustazione e nella compagnia degli amici.

La gustosa tortilla de patatas (in Sicilia meglio conosciuta come frittata di patate), uno dei tapas più amati della cucina spagnola, ha origini antiche ed è considerata uno dei simboli della tradizione culinaria ispanica.

Come si prepara una tortilla de patatas?

Ingredienti: 500 g di patate; 200 g di cipolle bianche; 7 uova medie; sale e pepe nero q.b; 150 gr di olio evo.

Procedimento:

  1. lavate e mondate le patate; tagliatele a listarelle e poi a cubetti;
  2. dopo aver pulito la cipolla, tagliatela a fettine e mettetela da parte;
  3. fate cuocere per 2-3 minuti le patate in una padella con l’olio; unite le cipolle e cuocete per circa 20 min a fuco basso (non dovranno friggersi ma stufare);
  4. sbattete le uova in una ciotola e unitele alle patate; versate il composto in una padella da 24 cm fate cuocere e poi giratela con un piatto.

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore