Cultura/EventiPartinico

L’addio a Casarrubea: “In sua memoria una stanza di Palazzo Ram”

Partinicco funerali CasarrubeaL’impegno è stato preso dal presidente del consiglio Filippo Aiello nel giorno della celebrazione dei funerali dello storico partinicese, scomparso domenica scorsa all’età di 69 anni a causa di un male incurabile. Il Santuario della Beata Pina Suriano era stracolmo di gente che ha voluto dare l’ultimo saluto al “professore”, così come veniva chiamato da tutti per via della sua lunga militanza da docente e dirigente scolastico. Il Comune ha presenziato con il gonfalone della città, in prima fila amici e soprattutto uomini di cultura e della politica che con Casarrubea hanno condiviso molti percorsi. A celebrare l’omelia il rettore del santuario, Monsignor Giuseppe Geraci, e padre Salvatore Giamporcaro.

Geraci ha raccontato un aneddoto: “Lo scorso 2 giugno il figlio di Casarrubea venne a cercarmi in chiesa – ha rivelato – per chiedermi di far confessare il padre. Per me un gesto molto significativo da parte di un grande uomo che durante la sua vita ha sempre avuto un atteggiamento spiccatamente laico”. In prima fila anche le bandiere del liceo “Savarino” e dell’istituto comprensivo “Privitera” dove Casarrubea chiuse la sua carriera scolastica da dirigente. Storico di fama internazionale, Casarrubea si è particolarmente impegnato a svelare i retroscena dell’intreccio mafia-fascismo-Servizi segreti.

Importante la sua collaborazione con un altro storico di fama, Nicola Tranfaglia. Lo storico partinicese ha fondato un archivio intitolato alla memoria di suo padre, suo omonimo che morì durante un agguato alla Camera del lavoro di Partinico, e costituito da carte provenienti dal Nara di College Park, dagli archivi britannici di Kew Gardens e dal Sis italiano. Il suo sogno nel cassetto era quello di donare al Comune questo archivio: da anni gli era stata promessa la sistemazione delle migliaia di documenti a disposizione all’interno di una stanza di Palazzo Ram, ad oggi però non se n’è fatto nulla.

Ecco perché il presidente del consiglio ha voluto prendere questo impegno in ricordo di un uomo che non ha visto il suo sogno coronarsi a causa della burocrazia. Le ricerche di Casarrubea si sono molto concentrate attorno alla controversa figura del bandito monteleprino Salvatore Giuliano. Intraprese anche la strada della politica: fu segretario cittadino dei Democratici di sinistra e candidato sindaco e al Parlamento.

GUARDA LE IMMAGINI DEL FUNERALE E L’INTERVENTO DELLO STORICO UMBERTO SANTINO

 

Leggi intero articolo
Back to top button

Il Tarlo Caro lettore, abbiamo qualcosa di importante da dirti! Dal 1998 un gruppo di giornalisti e collaboratori lavora con passione al progetto de "Il Tarlo" per offrirti il meglio delle notizie locali. Se apprezzi il nostro impegno ti chiediamo di mettere un like alle nostre pagine Facebook e Twitter!

close-link
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker