Le tagliatelle fritte: un dolce per Carnevale

Oggi parleremo delle tagliatelle fritte, uno dei tanti dolci di carnevale. Ormai siamo prossimi a questa festa, in molte zone si respira aria di festa e come da tradizione per i giovedì si mangiano cibi grassi e particolari. Per questo secondo giovedì io ho scelto di proporvi una ricetta tipica dell’Emilia Romagna: le tagliatelle fritte.

Si sa che le tagliatelle accompagnate con il ragù sono l’emblema rappresentativo di Bologna; ma questa varante dolce  non è da meno. Grazie ai poveri e semplici ingredienti, possono esser preparate in un qualsiasi momento. Soddisferanno i palati di grandi e piccini.

Vediamo come si preparano

Ingredienti:  200 g di farina “00”;  2 uova; 1 cucchiaio di rum; la scorza grattugiata di 2 grandi limoni;
• 150 g di zucchero semolato; olio di arachide per friggere;  zucchero a velo

Procedimento:

  1. su di una spianatoia forma una fontana con la farina; al centro sguscia le uova e unisci il rum amalgamate bene il tutto e impastate fino ad ottenere una pasta liscia;
  2. fate riposare il composto mezzora all’interno di un sacchetto di plastica;
  3. successivamente  stendetela con il mattarello in una sfoglia sottile (proprio come quella delle tagliatelle);
  4. cospargi la superficie con la scorza grattugiata dei limoni e lo zucchero semolato; quindi arrotolate strettamente;
  5. tagliate il rotolo ottenuto a strisce di circa 1 cm; disponete ciascuna rondella ottenuta su di un vassoio e fatela asciugare per 30 minuti;
  6. friggete in olio ben caldo fino a doratura; fatele scolare un po e servitele cosparsi di miele e zucchero a velo.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore