CronacaPartinico

Partinico. Niente ladri al cimitero? La paradossale ipotesi di un furto, forse, mai avvenuto

Qualora sia confermato il non-furto ci troveremmo di fronte all'ennesimo paradosso del tutto partinicese in cui la realtà assume connotazioni cangianti e mutevoli.


E’ proprio il caso di dire che Partinico non smette mai di stupire. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia il furto delle 50 cassette di zinco contenenti i resti di altrettanti defunti potrebbe non essere mai stato commesso!

Ipotesi che, se confermate, aprirebbero una miriade di polemiche nel dibattito cittadino. Stando al GDS la commissione interna al comune nominata dal Commissario Arena per far chiarezza sul furto avrebbe chiarito che le ossa sono state spostate in un altro locale sempre all’interno del cimitero comunale. «Non appena insediata la commissione d’indagine – dichiara Arena al GDS – è stato ritenuto necessario confrontarsi con lo storico dipendente del cimitero, andato recentemente in pensione, il quale dopo il sopralluogo fatto ha sostenuto che da quel locale non manca alcuna cassetta. Pare che questo presunto ammanco di 50 unità in realtà sia stato un trasferimento avvenuto già in passato in altro locale all’interno del cimitero. Se così fosse sarebbe gravissimo e inaudito. Un dipendente comunale nell’esercizio delle sue funzioni deve essere sicuro di ciò che riferisce e non può azzardare conclusioni a caso. Semmai dovesse confermarsi che non c’è stato alcun furto sicuramente si procederà contro il dipendente comunale che ha sostenuto tale tesi con una denuncia per procurato allarme».

Qualora sia confermato il non-furto ci troveremmo di fronte all’ennesimo paradosso del tutto partinicese in cui la realtà assume connotazioni cangianti e mutevoli.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close
Close