Stralcio norme acqua e disabili. Il Consigliere balestratese Vitale: “Antagonismo politico non faccia vittime innocenti”

Da giorni all’Ars tiene banco l’accesa polemica tra l’Assessore dimissionario Vincenzo Figuccia e il Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, che ha portato lo stesso Figuccia a fare un passo indietro dal suo mandato di assessore.

Il Consigliere comunale di Balestrate Rosario Vitale (nella foto), che nei giorni scorsi aveva espresso solidarietà per le dimissioni presentate dall’On. Figuccia, puntualizza le sue perplessità per quanto riguarda lo stralcio dell’articolo sulla semplificazione delle procedure per l’erogazione dei servizi e benefici ai disabili gravi. “Nella seduta dell’Assemblea regionale – dichiara il Consigliere Vitale – l’articolo ingiustamente stralciato, sulla semplificazione delle procedure per l’erogazione dei servizi e benefici ai disabili gravi, lo aveva proposto l’onorevole Figuccia; la presidenza gira le spalle ai disabili e mi chiedo quali interessi a danneggiare i diversamente abili. Spero che l’antagonismo politico non faccia vittime innocenti come le persone con disabilità che meritano che vengano rispettati i loro diritti”.

Paolo Cristina, responsabile ufficio politiche della disabilità dell’Utl/Ugl (Unione Generale del Lavoro) di Palermo, è sulla stessa lunghezza del Consigliere Comunale di Balestrate Rosario Vitale: “Condivido a pieno il pensiero del nostro Rosario Vitale – dichiara Paolo Cristina – l’Ugl si è espressa a sostegno di Figuccia e la decisione di stracciare la sua proposta è solo un atto politico, che però farà del male a persone già martoriate dalla vita e dai governi passati”.

“Mi sono espresso a sostegno di Figuccia e del Presidente Musumeci – conclude Vitale – e la decisione di stracciare la proposta Figuccia è solo un atto politico, che però farà del male a persone già martoriate dalla vita e dai governi passati”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore