Politica

Trappeto, cartellino rosso dei “Trappetesi” a Cosentino: “Consiglio revochi ordinanza su ticket ztl”

Presentata dai consiglieri Randazzo e Bologna una mozione che esorta il Consiglio Comunale ad esprimersi sulla revoca dell'ordinanza del primo cittadino che impone 5 euro a pass per i residenti delle zone a traffico limitato.


Santo Cosentino in balia della frenetica attività delle minoranze si appresta al secondo giro di boa della sua esperienza alla guida dell’amministrazione comunale. Il cartellino rosso questa volta arriva dal gruppo “Trappetesi” che a firma dei consiglieri Randazzo e Bologna chiede la revoca dei ticket stagionali per i residenti delle aree a traffico limitato. Una spesa di 5 euro a vettura che a detta dei consiglieri e dei cittadini non si giustifica e che ha trovato sintesi in una petizione popolare sul sito change.org lanciata da una residente del lungomare.

Randazzo e Bologna tornano a pressare il primo cittadino di trappeto reo – secondo i consiglieri – di non aver accolto i malumori di residenti ed affittuari delle ztl, la protesta del duo di minoranza assume le forme ufficiali di mozione con la quale si invita il Consiglio Comunale a rettificare la decisione di Cosentino: «Dopo giorni di silenzio del Sindaco – dichiara la nota dei “Trappetesi” – che ha soltanto ritenuto di ribadire la giustezza dei suoi provvedimenti che istituiscono il pagamento di 5€ a veicolo per residenti proprietari di immobili non residenti e affittuari dichiarando che il gruppo di minoranza è strumentale e che la somma richiesta cittadini è modica, abbiamo ritenuto necessario coinvolgere il Consiglio Comunale in una decisione che giudichiamo ancora una volta sbagliata, iniqua e del tutto assurda»

Per i consiglieri di minoranza urge un ritorno al recente passato quando i pass per accedere alle aree a traffico limitato venivano forniti gratuitamente ai cittadini residenti: «Come può il Sindaco e la Giunta Comunale – continua il comunicato – chiedere a chi risiede in un’area del paese dei soldi per potere sostare vicino le proprie abitazioni? Continuiamo a chiedercelo e continuano a farlo presente i nostri concittadini che ci esprimono grande amarezza e disappunto verso un’Amministrazione Comunale che sa solo vendere fumo.».

Difficile dire chi la spunterà nel braccio di ferro tra Sindaco e consiglieri di minoranza e se la mozione potrà essere discussa già nel prossimo Consiglio Comunale utile: «Oggi a Trappeto è in atto una mobilitazione di diversi concittadini che stanno aderendo ad una raccolta firme che abbiamo promosso e riteniamo a maggior ragione “necessario” che il Consiglio Comunale si possa esprimere su una proposta di buon senso che abbiamo depositato: la revoca della delibera di giunta comunale e l’ordinanza sindacale che impongono di fatto una tassazione iniqua. Si torni – concludono Randazzo e Bologna – al metodo del recente passato, ossia il rilascio del pass autorizzativo gratuito così da permettere ai concittadini che pagano già le tasse di sostare gratuitamente davanti casa!”.»

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close
Close