Primo PianoTrappeto

Trappeto. Cosentino accoglie la proposta di Nutritalia, all’azienda ittica la gestione dell’area verde adiacente al campo sportivo

In più di un’occasione il nostro giornale aveva denunciato lo stato di abbandono e degrado dell’area adiacente il campo sportivo di Trappeto, luogo ormai deputato all’abbandono selvaggio di rifiuti, parcheggio di vecchi carri di carnevale e location per amori furtivi consumati nella penombra, dopo quattro mesi ecco arrivare il lieto evento. Il comune, infatti, ha accolto la richiesta dell’imprenditore del settore ittico-conserviero Francesco Mattina di gestire l’area a zero spese per l’ente locale.

Concessione di 2 anni del verde pubblico a favore dell’azienda Nutritalia che si impegnerà a curare non solo la pulizia dell’area ma altresì alberi e cespugli, una vera e propria adozione che farà certo comodo anche all’impianto produttivo sito in corrispondenza dell’area vittima di continuo degrado, una corrispondenza di intenti e benefici quella tra comune e azienda disciplinata da un regolamento.

Non si conosce ancora il progetto di Nutritalia per riqualificare la zona, di certo – come si legge nel regolamento – qualsiasi intervento aggiuntivo sarà portato al vaglio dell’Ufficio Tecnico e dal Servizio Ambiente del comune di Trappeto che avranno l’ultima parola in materia. Nel mezzo delle difficoltà oggettive – rappresentate dal grande degrado dell’area posta tra lo stabilimento industriale ed il campo sportivo – Cosentino coglie l’opportunità messa sul banco dall’imprenditore Francesco Mattia che lo scorso febbraio, dopo le denunce de “Il Tarlo” decise inviare una richiesta ufficiale al Comune di Trappeto per adottare gli spazi comunali abbandonati, un salvagente che arriva dopo la scadenza della convenzione tra il Comune e l’associazione Turistica Trappetese che per due anni ha curato, abbellito ed in certi casi rivoluzionato a proprie spese le aree verdi del centro abitato di Trappeto.

Tags
Leggi intero articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close