Trappeto. Cosentino: “Il MuMart non è mai esistito”. Nasce il Museo del Mare ed Etnoantropologico

Tutti invitati, a Trappeto, questo fine settimana. Si rilancia il Museo del Mare che adesso diventa anche Etnoantropologico, addio – dunque al MuMart, nome messo al bando in quanto – a detta del sindaco Cosentino – ufficialmente inesistente, il primo cittadino dichiara alla stampa di voler portare avanti un progetto culturale, gestito da un comitato appena costituito: “La parola MuMart è stata utilizzata dal Direttore Artistico che gestiva un po’ il museo – afferma Cosentino – a livello istituzionale non è mai esistito alcun MuMart”.

Cosentino specifica altresì come il Museo Etnoantropologico di Trappeto sia l’unico riconosciuto dalla Regione Sicilia dopo Palazzo d’Aumale di Terrasini e manifesta l’intenzione della sua amministrazione di voler rilanciare il progetto a partire da sabato prossimo con la personale “Dissolvenze “della pittrice Mimma Oteri.
Non è ancora chiaro se verrà nominato un Direttore Artistico, Nello Costa – nell’intervista rilasciata a Federico Orlando – dichiara: “Rimettiamo insieme Museo del Mare ed Etnoantropologico in una sede molto prestigiosa, sarà un vero e proprio progetto culturale capace di raccogliere beni immateriali come arte, cultura, tradizioni, lessico e quant’altro.”

A nome del Comitato del Museo ha parlato Cristina Vitale: “L’identità culturale è uno dei valori più importanti per l’uomo, i reperti del comune di Trappeto non sono solo marittimi ma anche della cultura contadina.”.

Foto di Tv7 – Federico Orlando

Potrebbe piacerti anche Altri di autore