Trappeto. Mozione di Cutrò per i commercianti: “Rilanciare l’economia con agevolazioni su suolo pubblico e Imu”

Dopo le discussioni sull’aumento Tari che hanno infiammato il dibattito politico della scorsa settimana, arriva l’intervento del Consigliere di “Giorno dopo Giorno per Trappeto” che propone una “mozione salva commercianti” dove si propone se non l’esenzione quantomeno la riduzione delle tariffe comunali per l’utilizzo del suolo pubblico a fini commerciali e la revisione al ribasso dell’aliquota Imu per tutte le attività commerciali presenti e future il cui titolare è anche proprietario dell’immobile dove viene esercitata la professione.

«Ritenuta fattibile, con riserva di pareri tecnici dagli uffici competenti, la proposta in oggetto, – si legge nella mozione di Cutrò – qualora non venga accettata l’idea di una totale esenzione di quello che è inquadrato come un tributo locale [tassa sul suolo pubblico], se ne propone la valutazione al ribasso nelle percentuali meglio stimate per garantire un paracadute fiscale a tutti quei commercianti colpiti dall’aumento Tari e che usufruiscono di aree esterne di competenza municipale.»

Un’altra delle proposte del Consigliere di minoranza è l’esenzione dell’imposta comunale sulla pubblicità e sul diritto di affissioni a finalità commerciali per tutte le attività di Trappeto, proposte che in molti – sui social – apprezzano e considerano  fattibili e che se da un lato rappresenterebbero un grande aiuto per i pochi bar, ristoranti e negozi della cittadina marinara, dall’altro darebbero un forte impulso alla nascita di nuove attività commerciali.

Depositata la mozione, tutto passerà al vaglio del Sindaco e della Giunta, Cutrò dal canto suo si dice fiducioso nell’accoglimento delle proposte: «Non è facile fare impresa a Trappeto, offrire una tutela a chi quotidianamente lotta per la sopravvivenza ed agevolare chi intende investire su questo territorio è una grande sfida a cui la politica non deve sottrarsi. La mia mozione contiene soluzioni semplici e realizzabili, in un momento così duro per i nostri commercianti si deve guardare alla praticità delle proposte politiche ed è su questa strada che continuo la mia attività in Consiglio, spero che tutti i colleghi consiglieri, la Giunta ed il Sindaco lavorino su queste idee a sostegno dei commercianti trappetesi.».

Potrebbe piacerti anche Altri di autore