Trappeto. Oggi le “Dissolvenze” di Mimma Oteri presso “I casi ra sinnaca”

Appuntamento alle 19.30 presso Piazza Madonna di Fatima per l’inaugurazione della mostra personale dal titolo “Dissolvenze” dell’artista Mimma Oteri. I locali sono quelli del Museo del Mare, ex MuMart. Ancora poco chiaro il nuovo nome della struttura tant’è che sul manifesto della mostra pubblicato sulla pagina Facebook del Comune appare la dicitura “I casi ra sinnaca”, attribuzione che – a detta di molta gente – è poco consona ad una struttura adibita a far veicolare storia, conoscenza ed attrazioni di carattere intellettuale.

Poco spazio ai fraintendimenti lasciano le parole di presentazione di Carmelo Sardegna: “Il museo etnoantropologico e del mare di Trappeto si chiama “I Casi ra sinnaca”; così quell’edificio era chiamato dai trappetesi dal soprannome dato alla proprietaria. E’ stata scelta questa denominazione per rivalutare l’identità è l’appartenenza della gente di Trappeto.”

Non poche le polemiche nate dalle dichiarazioni del primo cittadino Santo Cosentino che nei giorni scorsi ha affermato che – di fatto – il MuMart di Trappeto non abbia mai avuto un riconoscimento ufficiale presso nessun ente preposto, annunciando altresì che il Museo del Mare sarà presto integrato al museo etnoantropologico predisponendo un comitato apposito.

Mimma Oteri, artista messinatese molto apprezzata nel panorama locale, nelle sue opere propone pittura e scultura, sperimentazione, suggestione ed energia: linee guida di una mostra che si propone di interrogare e condurre lo spettatore in un mondo altro.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore