CronacaPartinico

Svolta stamane la manifestazione per salvaguardare l’ospedale di Partinico: tante le realtà presenti

Nonostante le rassicurazioni giunte in settimana dalla Regione, questa mattina davanti l’area dell’ospedale si è tenuta la manifestazione per chiedere di riaprire e salvaguardare il nosocomio partinicese. La manifestazione ha visto la presenza di sindaci del comprensorio, varie associazioni, testate giornalistiche e istituzioni comunali



Questa mattina a Partinico presso l’area antistante all’ospedale Civico si è svolta la manifestazione per chiedere di riaprire e salvaguardare il nosocomio partinicese. L’iniziativa, nata con l’obiettivo di chiedere di riaprire e salvaguardare il nosocomio, nonostante le rassicurazioni arrivate nel corso della settimana dall’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, ha visto la partecipazione e la piena adesione di tante realtà: il movimento Cittadinanzattiva, il comitato Rivogliamo l’ospedale di Partinico, la Chiesa del territorio, l’emittente televisiva Telejato. Questa mattina erano presenti sindaci del comprensorio, varie associazioni, giornalisti e molti consiglieri comunali del comune di Partinico. Ieri, la struttura interamente dedicata ai malati di Coronavirus ha dimesso l’ultimo paziente.  “L’ospedale di Partinico è un presidio essenziale per il comprensorio per questo, pur avendo il nosocomio alcamese in prossimità, anche il nostro territorio vi ha sempre trovato un punto di appoggio essenziale”, dice Il sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo”.

Alla manifestazione ha partecipato l’Associazione La Via dei Mulini: “Dopo gli impegni pubblici assunti dalla Dottoressa Faraone e dall’Assessore Razza di rispristino veloce delle unità con l’aggiunta del reparto di malattie infettive, la manifestazione per noi ovviamente è diventata altro momento dalla protesta. L’Associazione ha voluto testimoniare con la presenza il profondo senso di gratitudine verso coloro che hanno prestato la loro opera in questi mesi tra mille incertezze e difficoltà. Un grazie di cuore ai medici, agli infermieri, a tutti gli operatori sanitari, agli addetti alle pulizie e al cappellano Don Vito Bongiorno. Altresì abbiamo ritenuto necessaria la nostra presenza per affermare un principio di sovranità che ci è stato violentemente sottratto in questi mesi dal coronavirus, nemico subdolo e invisibile, con il quale ancora dobbiamo fare i conti. Noi rimaniamo attenti affinché tutto proceda secondo quanto promesso in questi giorni convulsi. Vogliamo che tutto sia fatto secondo criteri di sicurezza e sostenibilità nei confronti degli operatori e nei confronti di noi utenti e il nostro diritto alla salute. Un grazie Telejato per aver promosso la manifestazione ma soprattutto a quanti hanno sentito il dovere di esserci, ai cittadini, alle associazioni, ai Sindaci, ai consiglieri comunali, al comitato Rivogliamo l’Ospedale di Partinico e a tutte le agenzie di informazioni locali. Un ringraziamento a tutti i volontari della Protezione Civile, alle Forze dell’Ordine e alla Polizia Municipale la cui presenza ha garantito lo svolgimento corretto e sicuro della manifestazione”.

Presente anche il circolo di Rifondazione Comunista Partinico: “Il nostro circolo stamani ha preso parte alla manifestazione cittadina per richiedere il ripristino nella sua piena funzionalità e operatività dell’Ospedale Civico di Partinico. Nei giorni scorsi la politica regionale ha assicurato che dal 1 giugno si tornerà alla “normalità”. Noi ci auguriamo che venga “ripagato” il “sacrificio” richiesto al nostro territorio con la trasformazione della struttura ospedaliera in centro dedicato ai malati di Covid. Intanto si ripristini la funzionalità del pronto soccorso e dei vari reparti. Ma subito dopo si metta al centro di un progetto di potenziamento il nostro ospedale che è a servizio di una vastissima comunità”.

Intervista al Sindaco di Terrasini Giosue Maniaci e al Dott. Gaspare Anzelmo, ex primario dell’ospedale di Partinico

Partinico

Da questa mattina a Partinico presso l’area antistante all’ospedale Civico si sta svolgendo la manifestazione per chiedere di riaprire e salvaguardare il nosocomio.L’iniziativa è promossa dalla società civile e vede la partecipazione e la piena adesione di tante realtà: il movimento Cittadinanzattiva, il comitato Rivogliamo l’ospedale di Partinico, la Chiesa del territorio, l’emittente televisiva Telejato, deputati regionali e nazionali, sindaci del comprensorio, consiglieri e associazioni. Tante le realtà che hanno stanno partecipando. Intervista al Sindaco di Terrasini Giosue Maniaci e Dott. Anzelmo, ex operatore dell’ospedale

Publiée par Il Tarlo sur Samedi 30 mai 2020

Articoli Correlati

Back to top button
Close