AlcamoCronaca

Alcamo: scovata piantagione indoor, un arresto

I militari hanno condotto una serie di perquisizioni che hanno permesso di rinvenire, in un magazzino contiguo alla abitazione dell’arrestato, una piantagione indoor, composta da 120 piante di Cannabis Indica, dell’altezza media di 150 cm


Nella giornata del 16 ottobre 2019, i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Alcamo, con il supporto di personale dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Sicilia”, hanno tratto in arresto, nella flagranza di reato, Andrea Ruisi, alcamese cl.78, in atto sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza. Nello specifico, i militari, al termine di un’attività info-investigativa, hanno condotto una serie di perquisizioni che hanno permesso di rinvenire, in un magazzino contiguo alla abitazione dell’arrestato, una piantagione indoor, composta da 120 piante di Cannabis Indica, dell’altezza media di 150 cm. Il locale era stato predisposto da Andrea Ruisi. con sofisticati sistemi di illuminazione e riscaldamento artificiale opportunamente predisposti per incentivare la crescita della piante.

Nel corso delle operazioni di perquisizione i Carabinieri hanno, altresì, rinvenuto un’arma clandestina perfettamente funzionante ottenuta tramite la lavorazione artigianale di un tubo metallico termosaldato con altre componenti metalliche che è stata immediatamente sequestrata penalmente insieme allo stupefacente rinvenuto. Per tali motivi, l’uomo è stato condotto presso gli uffici della Compagnia di Alcamo dove, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in stato di arresto per i reati di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione di arma clandestina, e condotto presso la Casa Circondariale di Trapani a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close