Carini/TorrettaPolitica

Atto intimidatorio nei confronti del sindaco di Carini. La solidarietà della politica locale

Una testa di capretto è stata trovata davanti casa del sindaco di Carini. Presentata denuncia ai Carabinieri



Il mondo della politica locale si stringe attorno a Giovì Monteleone, il sindaco di Carini, vittima di un atto intimidatorio. Il primo cittadino carinese, che ha annunciato la sua candidatura per la prossima campagna elettorale, questa mattina, si è trovato di fronte una macabra scoperta: una testa di capretto, è stata trovata a pochi metri dalla sua abitazione. Il sindaco ha già provveduto a fare denuncia ai carabinieri. Attraverso i canali di Facebook dai Comuni limitrofi stanno arrivando tanti messaggi di solidarietà al sindaco di Carini.

“Voglio esprimere vicinanza istituzionale e personale nei confronti del Sindaco di Carini Giovì Monteleone per il vile gesto intimidatorio che ha subito e denunciato. Sono tempi duri per chi è in prima linea come i Sindaci , azioni vergognose come queste spingono ad andare avanti con maggiore forza e determinazione”. Lo dice il sindaco di Balestrate Vito Rizzo.

“Caro Giovì, collega Sindaco ed amico: non sara’ la vile intimidazione a fermarti. Non ti conoscono. Non conoscono la forza dei Carinesi onesti. Solo Delinquenti e stupidi possono attuare un atto così vile! Io e la mia comunità siamo vicini a te sindaco e alla tua comunità”, lo dice il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo.

“Apprendo con profonda tristezza ed enorme indignazione il grave episodio intimidatorio che ha subito il collega Sindaco di CARINI GIOVI MONTELEONE. Un atto vile e sconcertante che, tuttavia, non può e non deve in alcun modo rallentare l’azione amministrativa ed il costante impegno al servizio dell’intera comunità: il modo migliore per reagire a certi episodi è quello di tenere la barra dritta e rimettersi fiduciosi all’esito delle indagini da parte delle autorità competenti, che, ne sono certo, faranno chiarezza sull’accaduto. Piena solidarietà di tutta l’amministrazione comunale e della cittadinanza di Giardinello”. Sono le parole del sindaco di Giardinello Antonio De Luca.

“Il Partito Democratico di Montelepre esprime piena e totale solidarietà al Sindaco di Carini, Gioví Monteleone, per il vile atto intimidatorio di chiaro stampo mafioso cui è stato vittima. L’affermazione della legalità, la difesa del territorio, il rispetto delle Istituzioni democratiche sono la tua e la nostra Stella Polare. Ti siamo vicini con tutta la solidarietà che meriti tu e la tua limpida azione politica”, è la nota stampa postata dal PD Montelepre.

I sindaci di Capaci, Pietro Puccio, e di Isola delle Femmine, Stefano Bologna, esprimono la massima solidarietà politica e vicinanza umana al collega Giovì Monteleone. “Carini nel prossimo autunno e’ chiamata alla elezione del nuovo sindaco – dicono i due sindaci – auspichiamo che il confronto politico possa svolgersi tra le diverse parti politiche ed i vari candidati nell’alveo di un confronto politico dialettico, anche aspro, ma civile, pacato e costruttivo. I cittadini di Carini meritano di poter scegliere i loro amministratori per il prossimo quinquennio in un clima pacifico e sereno, che auspichiamo. In questo momento particolare, esprimiamo tutta la nostra vicinanza umana e la nostra solidarietà a Giovi’ Monteleone e gli mandiamo un forte abbraccio, che possa trionfare sempre la forza della ragione e non la ragione della forza”.

Solidarietà a Monteleone anche dal sindaco di Trappeto Santo Cosentino, nella pagina Facebook del Comune di legge: “Il Sindaco Santo Cosentino, insieme a tutta la sua amministrazione, esprime solidarietà e vicinanza al Sindaco di Carini Giovi’ Monteleone per il vile gesto intimidatorio subito. Un vergognoso episodio che non trova alcuna giustificazione e che sicuramente non fermerà l’impegno del Sindaco Monteleone nel portare avanti qualsiasi azione che abbia come finalità il bene della sua città”.

“Voglio manifestare tutta la vicinanza e la solidarietà mia personale, della mia amministrazione, del Consiglio comunale e della comunità terrasinese al Sindaco di Carini Giovì Monteleone, persona perbene e politico leale. La Politica vera non può lasciarsi intimidire dai messaggi mafiosi di basso livello che pensavamo aver relegato nel passato di questo territorio. Condanniamo con forza questo vile atto intimidatorio che impedisce di svolgere il suo mandato in modo sereno ed efficace a servizio del bene comune. Un abbraccio a Giovì da parte di tutta l’amministrazione e il consiglio comunale di Terrasini”. Lo dice Giosuè Maniaci, sindaco di Terrasini.

“A mio nome e di tutta l’ Amministrazione Comunale di Camporeale, esprimo piena solidarietà e vicinanza, per il vile gesto intimidatorio subito, dall’amico, Sindaco di Carini Giovì Monteleone. Siamo con te Sindaco.
Sono tempi duri per chi è in prima linea come i Sindaci , azioni vergognose come queste spingono ad andare avanti con maggiore forza e determinazione”. Lo dice il sindaco di Camporeale Gigi Cino.

Il sindaco di Castellammare Nicolò Rizzo esprime solidarietà al sindaco di Carini, Giovì Monteleone poiché davanti la sua abitazione è stata ritrovata una testa di capretto, evidente messaggio intimidatorio. «A nome dell’amministrazione e dell’intera cittadinanza di Castellammare, condanno il vile atto intimidatorio subìto dal sindaco Giovì Monteleone, al quale esprimiamo solidarietà e vicinanza -afferma il sindaco Nicolò Rizzo -. Mi auguro si faccia presto luce su quanto accaduto». Solidarietà al sindaco Giovì Monteleone, anche da parte del presidente del consiglio comunale Mario Di Filippi, a nome dell’intero consiglio comunale di Castellammare del Golfo.

Articoli Correlati

Back to top button
Close