Biden deve affrontare una prova importante sulla scena globale con l’inizio del vertice della NATO

La prestazione del presidente Biden al vertice NATO di questa settimana è sotto attento esame non solo da parte dei leader dell’alleanza occidentale ma anche dei legislatori democratici mentre lavora per rallentare le richieste di abbandono della corsa presidenziale e cerca di dimostrare al suo partito che è la persona migliore per affrontare Donald Trump.

Gli altri 31 leader della NATO si sono diretti a Washington nello stesso momento in cui i democratici sono tornati a Capitol Hill per intensificare il dibattito sull’opportunità o meno di mantenere il presidente nominato. I leader europei hanno analizzato attentamente le interazioni pubbliche e private di Biden, preoccupati sulla possibilità che possa sconfiggere Donald Trump, il presunto candidato repubblicano che ha minacciato di distruggere la NATO.

Dopo la sua traballante performance nel dibattito contro Trump del 27 giugno, diversi parlamentari democratici lo hanno esortato a porre fine alla sua candidatura per la rielezione. Inizialmente il forte rifiuto di queste proposte da parte del presidente sembrava aver fermato le defezioni, ma l’ex presidente della Camera Nancy Pelosi (D-California) ha confermato mercoledì mattina che Biden ha una decisione importante da prendere.

Martedì, quando i leader della NATO sono arrivati ​​a Washington per il loro vertice, hanno confrontato le loro note dopo i colloqui con Biden, ha detto un funzionario europeo a conoscenza delle interazioni, cercando di costruire un quadro quanto più completo possibile del leader più importante dell’alleanza.

Il test più importante per Biden arriverà giovedì, quando terrà una rara conferenza stampa che secondo i democratici sarà cruciale per dimostrare che ha l’energia e la resilienza mentale necessarie per fare campagna contro Trump. I leader europei seguiranno inoltre attentamente la conferenza stampa del presidente per cercare di determinare se il suo dibattito è stato una brutta serata, come ha affermato Biden, o un segno di un problema più ampio che potrebbe rendere più difficile sconfiggere Trump.

READ  Confine polacco: gli estranei lasciano carrozzine, seggiolini per auto, cappotti invernali e giocattoli per i rifugiati ucraini

“Il vertice offre al presidente l’opportunità di dimostrare la sua forte leadership globale in contrasto con Donald Trump, che indebolirebbe la NATO”, ha affermato il senatore Chris Van Hollen (D-Md.). Ha aggiunto: “L’intero vertice gli dà l’opportunità di dimostrare la sua leadership e la fiducia nella politica estera, e la conferenza stampa gli dà anche l’opportunità di affrontare le preoccupazioni”.

Martedì, durante un ricevimento con tutti i 32 leader della NATO, le azioni di Biden sono state simili a quelle viste nel suo discorso di benvenuto quella sera, dove è stato presentato ad altri leader senza sollecitazione e si è impegnato in incontri fluidi, anche se brevi, ha detto il funzionario europeo. Il funzionario ha detto che il presidente si è mescolato con gli altri leader da solo, senza la presenza dei suoi aiutanti o dei loro aiutanti.

Un altro funzionario europeo ha affermato che alcuni dei partecipanti al discorso di Biden hanno osservato attentamente mentre il presidente metteva una medaglia al collo del segretario generale uscente della NATO Jens Stoltenberg, ma la cerimonia si è svolta senza intoppi. I due funzionari hanno parlato in condizione di anonimato per discutere con franchezza le loro valutazioni sul presidente degli Stati Uniti.

Mercoledì Biden parteciperà a una sessione di lavoro con altri leader della NATO prima di ospitare il nuovo primo ministro britannico Keir Starmer alla Casa Bianca. Più tardi in serata, lui e la First Lady Jill Biden ospiteranno i leader della NATO e le loro mogli per una cena alla Casa Bianca.

All’inizio della giornata, Biden si è fermato a una riunione dei leader della Federazione americana del lavoro, un gruppo amichevole che ha affermato il suo sostegno al presidente. “Non sono mai stato più ottimista riguardo alle possibilità dell’America, non per merito mio ma per quello che stiamo facendo insieme”, ha detto Biden ai leader sindacali.

READ  La fragile economia globale è in gioco mentre gli Stati Uniti e la Cina cercano di calmare le tensioni al vertice dell’APEC

È probabile che il comportamento e l’acutezza mentale di Biden siano oggetto di un attento esame durante le riunioni e le cene della NATO. Durante il vertice del G7 in Italia il mese scorso, diversi leader europei sono rimasti stupiti da quanto fosse più vecchio il presidente rispetto all’ultima volta che hanno interagito con lui, solo un anno fa o in alcuni casi qualche mese fa, secondo diversi funzionari che hanno familiarità con il loro paese. reazioni.

I capi hanno notato che sembrava più stanco, più debole e con maggiori probabilità di perdere la concentrazione, anche se sarebbe tornato in carreggiata rapidamente. I funzionari hanno detto che l’impressione generale era che i leader credessero che Biden fosse in grado di svolgere i suoi compiti ora, ma si chiedevano come avrebbe potuto servire per altri quattro anni.

Biden ha cercato di dissipare queste preoccupazioni, iniziando con il suo discorso di martedì in cui ha dato il benvenuto ai leader della NATO a Washington. Ha parlato con passione della rinnovata forza dell’alleanza – sottolineando l’aggiunta di due nuovi paesi, Finlandia e Svezia, e un aumento dei paesi che spendono almeno il 2% del PIL nella difesa – e ha espresso un implicito rimprovero a Trump. L’ex presidente ha minacciato di distruggere l’alleanza e ha detto che avrebbe permesso alla Russia di fare “tutto ciò che vuole” a qualsiasi stato membro della NATO che non spenda abbastanza.

Biden non ha menzionato Trump per nome, ma ha sottolineato che la maggioranza partigiana degli americani sostiene l’alleanza e ha parlato del pericolo di un mondo senza di essa.

“È positivo che siamo più forti che mai perché questo momento storico richiede la nostra forza collettiva”, ha detto Biden. “Il popolo americano capisce cosa accadrebbe se non ci fosse la NATO, un’altra guerra in Europa, le truppe americane che combattono e muoiono e i dittatori. scatenando il caos.”

READ  Guerra di Gaza: un esperto di diritti umani delle Nazioni Unite accusa Israele di aver commesso un genocidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto