Bolsanaro, Brasile, è stato accusato di crimini contro l’umanità presso l’ICC per essersi registrato con l’Amazzonia.

L’organizzazione no-profit austriaca Alice ha presentato martedì un’importante denuncia in tribunale nella città olandese di L’Aia. Sostiene che le azioni di Bolzano e della sua amministrazione sono “un attacco diffuso all’Amazzonia, ai suoi alleati e ai suoi difensori, causando non solo persecuzioni, omicidi e sofferenze disumane nella regione, ma anche alla popolazione mondiale”.

Il documento di 286 pagine contiene i motivi per “un’indagine e un procedimento giudiziario urgenti e approfonditi della CPI”.

“Cita il diffuso attacco alla legge brasiliana Amazon e ai suoi ambientalisti e difensori ai sensi dell’articolo 7 e dell’articolo 25 (3) (c) del diritto romano”.

“Questo attacco e i molti crimini che hanno avuto luogo sotto di esso – tra cui omicidio … molestie … e altri atti disumani di natura simile – richiedono indagini e procedimenti giudiziari urgenti e approfonditi dell’ICC”, afferma la petizione.

Pur sostenendo che sono stati commessi crimini contro l’umanità contro individui che dipendono dalla foresta pluviale, Bolzano è responsabile delle future sofferenze che derivano dalle sue politiche amazzoniche.

Come il Brasile teme di perdere le politiche di Polsonaro verso la foresta pluviale amazzonica

“La scienza del clima dimostra che attraverso la rapida accelerazione della deforestazione, il suo contributo ai cambiamenti climatici e i collegamenti tra frequenza e intensificazione, ci saranno vittime, disastri e insicurezza regionali e globali a lungo termine in futuro. Eventi meteorologici estremi”, il rapporto ha detto.

Il documento, consegnato al procuratore della CPI, è sostenuto dal Climate Monitor, un gruppo di 70 organizzazioni della società civile brasiliana.

Qualsiasi individuo o gruppo può inviare informazioni all’ufficio del procuratore dell’ICC per la revisione e la revisione dell’indagine penale internazionale. Secondo il sito web dell’ICC, ad oggi ha ricevuto più di 12.000 comunicazioni.

L’ICC non ha alcun impegno per la scadenza per effettuare la sua selezione iniziale.

READ  40 La migliore aspirapolvere per auto del 2022 - Non acquistare una aspirapolvere per auto finché non leggi QUESTO!

La CNN si è rivolta all’ufficio del presidente Bolzano per un commento, ma non ha ancora risposto.

L'impegno personale di Bolzano Piton

Nel settembre 2020, Bolzano si è vantata che il Brasile stava proteggendo il suo ambiente e ha sostenuto che la crescita economica era necessaria a beneficio dei residenti della regione amazzonica.

Tali richieste sono discutibili poiché la deforestazione e le emissioni aumentano nel paese.

Il Brasile è il quinto paese più grande del mondo e il 59% della sua superficie è boscosa, la maggior parte della quale è l’Amazzonia – che funge da “condizionatore d’aria” per l’intero pianeta, influenzando il riscaldamento globale e i modelli di pioggia e assorbendo l’anidride carbonica .

Bolzano ha da tempo disegnato le preoccupazioni ambientali espresse da governi stranieri, gruppi indigeni locali e organizzazioni come un precursore dell’immaginaria invasione straniera dell’Amazzonia.

All’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2020, ha affermato che le agenzie straniere hanno esacerbato gli incendi “nella più orribile campagna di disinformazione” da quando le fiamme sono scoppiate in Amazzonia.

Allo stesso evento di quest’anno, a Il tranquillo Paulsonaro ha riconosciuto le “sfide ambientali”. Ma citando il numero di istituti di ricerca spaziale brasiliani, la regione amazzonica vanta di aver visto un calo del 32% della deforestazione ad agosto rispetto all’anno precedente. Tuttavia, questo numero è quasi il doppio di quello registrato nell’agosto 2018 prima dell’amministrazione Bolsanaro.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,376FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles