Castellammare del GolfoEventi

Castellammare: festa del cioccolato e mostra fotografica contro la violenza sulle donne

Quattro giorni dedicati al cioccolato: dal 13 al 16 febbraio con degustazioni e laboratori nella zona pedonale di corso Garibaldi dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 17 alle 24. Sempre dal 13 al 16 febbraio, in aula consiliare “Lo chiamavano amore”, mostra fotografica contro la violenza sulle donne. Inoltre, per San Valentino il progetto della Croce rossa “PreservatiVivo dalle malattie sessualmente trasmissibili”

Quattro giorni di dolcezza, che quest’anno toccano anche il cuore di San Valentino: dal 13 al 16 febbraio a Castellammare del Golfo ritorna la festa del cioccolato che propone irresistibili delizie negli stand allestiti in corso Garibaldi, nella zona pedonale del centro storico di Castellammare, aperti dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 17 alle 24. Giorni di piacere per il palato dei golosi con stand, degustazioni ma anche laboratori per bambini, dal mattino a tarda sera rivitalizzando il centro cittadino nel periodo invernale a cura di “Choco Amore -associazione nazionale cioccolatieri” con il patrocinio del Comune.  La fantasia dei maestri cioccolatieri darà vita a creazioni da ammirare e specialità da assaporare: il cioccolato proposto in varie forme e gusti, dalle sculture che rappresentano attrezzi, scarpette e borsette, ai più tradizionali incartati, cioccolatini e loro derivati, solidi o liquidi come nel caso dell’intramontabile cioccolata calda. Al mattino ci saranno laboratori didattici per i bambini delle scuole sulla lavorazione e conservazione del cioccolato a cura del maestro cioccolatiere Antonio Schettini.

 

Sempre dal 13 al 16 febbraio nell’aula consiliare di corso Bernardo Mattarella è prevista anche una mostra fotografica che arriva dritto al cuore: “Lo chiamavano amore” contro la violenza sulle donne, a cura della Croce rossa italiana, comitato di Alcamo, visitabile tutti i giorni a partire dalle ore 17. Nel giorno di san Valentino, il 14 febbraio, il progetto giovani della Croce rossa proposto sempre nell’aula consiliare: “Ama chi vuoi ma proteggi chi ami 2.0 –PreservatiVivo dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Leggi tutto l'articolo

Articoli Correlati

Back to top button
Close