Con Microsoft che rinuncia al suo posto di osservatore, OpenAI afferma che non avrà più osservatori

Mesi dopo che Microsoft ha assunto un posto di osservatore nel consiglio di amministrazione di OpenAI, la società lascia la posizione senza diritto di voto.

In una lettera inviata a OpenAI martedì, Microsoft ha affermato che la società ha visto progressi sufficienti nella sua azienda di intelligenza artificiale ed è fiduciosa nella sua direzione, secondo Axios.

OpenAI ha affermato che dopo questo cambiamento non ci saranno più altri osservatori nel consiglio. Ciò probabilmente escluderebbe notizie su… Apple ottiene un posto da osservatore.

“Siamo grati a Microsoft per aver mostrato fiducia nel consiglio di amministrazione e nella direzione dell’azienda, e non vediamo l’ora di continuare la nostra partnership di successo”, ha affermato OpenAI in una dichiarazione a TechCrunch.

“Sotto la guida del CFO Sarah Fryer, stiamo creando un nuovo approccio per informare e coinvolgere partner strategici chiave – come Microsoft e Apple – e investitori – come Thrive Capital e Khosla Ventures”.

Microsoft ha assunto la posizione di controller dopo che Sam Altman è stato licenziato e infine riassunto da OpenAI lo scorso anno, con la maggior parte dei membri del consiglio riorganizzati, ad eccezione del CEO di Quora Adam D’Angelo. Il nuovo consiglio di amministrazione di OpenAI è composto dall’ex co-CEO di Salesforce Brett Taylor, dall’ex segretario al Tesoro Larry Summers, dal CEO di Instacart Fidji Simo, dall’ex vicepresidente esecutivo di Sony Corp Nicole Seligman e dall’ex CEO della Bill & Melinda Gates Foundation, Dr. Sue Desmond-Hellman. , l’ex capo della NSA Paul Nakasone e Sam Altman oltre a D’Angelo.

Dopo i cambiamenti avvenuti in OpenAI lo scorso anno, alcuni eminenti ricercatori, come Andrei Karpathy e Ilya Sutskever, hanno lasciato l’azienda. Dopo la sua scomparsa, Sutskever fondò una nuova società di intelligenza artificiale chiamata… Compagnia di super intelligence sicura(SSI), con l’obiettivo di migliorare la sicurezza dell’IA.

READ  Offerta di lavoro per ex stagista Meta annullata alla Tesla di Elon Musk 72 ore prima di unirsi: "Deluso e con il cuore spezzato" | Comune

Anche se Microsoft ha lasciato il posto di controllore, la società possiede ancora il 49% di OpenAI, che sta realizzando profitti dopo aver investito quasi 13 miliardi di dollari. Secondo la CNBC, questo tipo di partnership potrebbe attirare le ire dei regolatori antitrust dell’UE. Un rapporto della Reuters pubblicato ad aprile.

Il mese scorso, Margrethe Vestager, vicepresidente esecutivo dell’Unione europea per la politica di concorrenza, ha affermato che questo tipo di investimenti non dovrebbe diventare un modo per le grandi aziende tecnologiche di controllare altre società.

“Microsoft ha investito 13 miliardi di dollari in OpenAI nel corso degli anni”, ha affermato in un discorso, “ma dobbiamo assicurarci che partnership come questa non diventino una mascheratura per cui un partner acquisisce influenza sull’altro”.

Alex Hafner, un partner competitivo della Fladgate con sede nel Regno Unito, ha affermato che Microsoft desidera non provocare ulteriori controlli normativi sui suoi investimenti.

“È difficile non concludere che la decisione di Microsoft sia stata fortemente influenzata dalla concorrenza in corso e dal controllo antitrust della sua influenza (e dell’influenza di altri importanti attori tecnologici) sugli emergenti attori dell’intelligenza artificiale come Open AI”, ha detto Hafner a TechCrunch via e-mail.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto