CronacaPartinico

Coronavirus: boom di acquisti di mascherine e amuchina nel partinicese, ma non bisogna cadere nel panico da infezione

A ruba disinfettanti e maschere protettive in parecchie farmacie di Partinico e dei paesi del Golfo di Castellammare. Nessuna emergenza in Sicilia, l'isola pronta per una eventuale emergenza

Complici anche le cifre poco rassicuranti delle infezioni che hanno portato l’Italia ad essere il terzo paese al mondo per numero di contagi nel giro di pochi giorni, ormai è psicosi da Coronavirus. Farmacie invase e tempestate da richiede di mascherine protettive ormai diventate merce rara e corsa all’ultimo flacone di disinfettante anche nel partinicese e nei paesi limitrofi dove la gente si sta prodigando massivamente a far scorte di strumenti protettivi in vista dell’arrivo del virus anche nelle nostre zone.

Particolarmente richiesta è l’amuchina, disinfettante indicato dal ministero della salute per limitare al massimo il rischio di trasmissione del virus, la fobia del Covid-19 si è ormai diffusa anche in provincia di Palermo facendo schizzare le vendite di disinfettanti e solventi alle stelle. E’ bene ricordare che i principali focolai di trasmissione del virus restano ad oggi Veneto e Lombardia e che un vademecum sul nuovo Coronavirus è presente sul sito salute.gov.it. Il Covid-19 può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie e raramente può essere fatale. Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti, quali diabete e malattie cardiache.

In Sicilia il presidente della regione Nello Musumeci ha convocato un vertice operativo per concordare misure preventive da adottare in tutti i comuni dell’isola per l’emergenza Coronavirus: “Siamo chiamati – dichiara Musumeci – a rispettare un protocollo nazionale che è quello definito dalla Protezione civile che ha ed esercita un controllo particolare sulle persone in arrivo in porti e aeroporti. Nel vertice che abbiamo convocato nel pomeriggio faremo il punto della situazione per creare omogenee iniziative in tutta la Sicilia. In ogni caso, siamo già pronti per affrontare una condizione di emergenza”.

Leggi tutto l'articolo

Articoli Correlati

Back to top button
Close