Montelepre/GiardinelloPolitica

Covid19, Montelepre: agevolazioni fiscali per le attività commerciali e artigianali. La mozione dei consiglieri

I Consiglieri Comunali del Gruppo Consiliare Montelepre Diventerà Bellissima, Maria Cannavò, Simona Di Noto, Giacoma Gaglio, Salvatore Pisciotta e i Consiglieri del Gruppo Misto Giovan Battista Purpura e Marcella Martorana hanno inviato al Sindaco e al Presidente del Consiglio una mozione per l'attivazione di alcune forme di esenzione per favorire le attività artigianali e commerciali alle prese con grandi difficoltà economiche causate dall'emergenza Covid19



I Consiglieri Comunali del Gruppo Consiliare Montelepre Diventerà Bellissima, Maria Cannavò, Simona Di Noto, Giacoma Gaglio, Salvatore Pisciotta e i Consiglieri del Gruppo Misto Giovan Battista Purpura e Marcella Martorana hanno inviato al Sindaco e al Presidente del Consiglio una mozione con oggetto, la richiesta di sgravi e imposte locali per le attività commerciali e artigianali.

I suddetti consiglieri considerando che nell’ultima Finanziaria Regionale appena approvata è stata inserita una norma che istituisce il Fondo Perequativo degli Enti Locali rimpinguato per complessivi 300 milioni di euro che consentirà ai Comuni di compensare le minori entrate che possono derivare dall’esenzione o riduzione dei tributi locali che gravano sugli operatori economici, compresi ristoranti, bar e attività turistiche, indirizzano l’Amministrazione a predisporre a favore delle attività commerciali e artigianali le linee di indirizzo come l’esenzione della quota variabile della Tari per il periodo di chiusura delle attività imposte dal decreto e l’esenzione totale dell’imposta sulla concessione del suolo pubblico, dovuta per tutto l’anno 2020 per tutte le attività che hanno dovuto tenere obbligatoriamente chiuso il proprio esercizio commerciale ed estesa anche alle nuove richieste di suolo pubblico che l’Ente riceverà nel 2020 per le attività descritte in premessa.

Nella mozione vengono anche richiamate le seguenti linee: la concessione di un credito d’imposta una tantum ( sui tributi locali) per il proprietario di immobile commerciale che riduce di almeno del 15 % il canone di locazione all’inquilino per l’anno 2020; l’erogazione di un contributo una tantum per il costo sostenuto da un’attività commerciale per la sanificazione dei locali nei limiti consentiti dalle risorse di bilancio dell’Ente, e in merito all’allestimento di dehors esterni, viene consentito l’aumento gratuito fino al 50 % all’occupazione temporanea di suolo pubblico in deroga alla disciplina vigente, eventualmente anche utilizzando spazio occupato da percorsi pedonali o posteggi.

 

 

Articoli Correlati

Back to top button
Close