Guerra di Gaza: Israele dice a “tutti i residenti di Gaza City” di andarsene

Commenta la foto, Le operazioni militari israeliane continuano a Gaza City mentre riprendono i colloqui per il cessate il fuoco

  • autore, Tom Bennett e Rushdi Abu Al-Auf
  • Ruolo, BBC News a Londra e Istanbul

L’esercito di occupazione israeliano ha chiesto a tutti i residenti di Gaza City di evacuare a sud, verso il centro della Striscia di Gaza, nel contesto dell’intensificarsi delle operazioni nel nord.

I volantini lanciati dagli aerei includevano istruzioni a “tutti i residenti di Gaza City” di lasciare quella che ha descritto come una “zona di combattimento pericolosa” attraverso percorsi sicuri designati: due strade che portano ai rifugi a Deir al-Balah e Zuwayda.

Le Nazioni Unite hanno espresso la loro profonda preoccupazione per gli ordini di evacuazione emessi. Questa è la seconda volta dall’inizio della guerra che all’intera popolazione di Gaza City viene chiesto di evacuare le proprie case.

Nelle ultime due settimane, le forze israeliane sono rientrate in diverse aree dove i militari ritengono che i combattenti di Hamas e della Jihad islamica palestinese si siano raggruppati dall’inizio dell’anno.

Hamas ha affermato che la rinnovata attività israeliana nella città minaccia di far deragliare i negoziati su un potenziale cessate il fuoco e il rilascio dei prigionieri, ripresi mercoledì in Qatar. Ai colloqui parteciperanno i capi dei servizi segreti di Egitto, Stati Uniti e Israele, nonché il primo ministro del Qatar.

Il funzionario di Hamas Hossam Badran ha detto all’Agence France-Presse che Israele “sta cercando di esercitare pressioni sui negoziati intensificando le operazioni di bombardamento e sfollamento e commettendo massacri”.

‘Non me ne sto andando’

Si stima che più di un quarto di milione di persone vivano ancora a Gaza City.

Alcuni residenti sono stati osservati dirigersi a sud dopo che l’esercito israeliano aveva lanciato volantini che li esortavano ad andarsene, cosa che un funzionario israeliano ha poi detto alla BBC era una raccomandazione piuttosto che un’istruzione.

Ma altri non erano pronti a partire.

“Non lascerò Gaza” [City]Ibrahim Al-Barbari, 47 anni, residente nella zona, ha detto alla BBC: “Non commetterò lo stupido errore che altri hanno fatto: i missili israeliani non fanno differenza tra il nord e il sud”.

Ha aggiunto: “Se la morte è il mio destino e il destino dei miei figli, allora moriremo con onore e dignità nelle nostre case”.

La Mezzaluna Rossa Palestinese ha affermato di aver ricevuto chiamate da alcuni cittadini che non potevano lasciare le proprie case a causa dell’intensità dei bombardamenti.

“Le informazioni provenienti da Gaza City indicano che i residenti vivono in condizioni tragiche. [Israeli] Ha aggiunto: “Le forze di occupazione continuano a bombardare i quartieri residenziali e a sfollare i cittadini dalle loro case e dai loro rifugi”.

In una dichiarazione rilasciata mercoledì, l’IDF ha affermato che le sue forze “hanno effettuato un’operazione antiterrorismo” durante la notte contro i combattenti di Hamas e della Jihad islamica che stavano operando all’interno del quartier generale dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA) in Israele. Città di Gaza.

Ha aggiunto che le forze hanno aperto un “corridoio specifico per facilitare l’evacuazione dei civili” dall’area prima che entrassero nell’edificio e “hanno eliminato i terroristi in un combattimento ravvicinato”.

L’esercito di occupazione israeliano ha anche affermato di aver ucciso dozzine di combattenti nel quartiere di Shujaiya, a est di Gaza City, e di aver smantellato un tunnel sotterraneo durante il giorno scorso.

Mercoledì, parlando davanti al parlamento israeliano, il ministro della Difesa Yoav Galant ha affermato che il 60% dei combattenti di Hamas sono stati uccisi o feriti dall’inizio dell’offensiva israeliana. La BBC non è stata in grado di verificare in modo indipendente queste cifre.

Lo ha annunciato martedì l’Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite Ha detto di essere “sbalordito” In base agli ordini delle Forze di difesa israeliane, che hanno invitato i residenti a evacuare nelle “aree in cui si svolgono le operazioni militari israeliane e dove continuano le uccisioni e i ferimenti di civili”.

Ha inoltre avvertito che l’area di Deir al-Balah sta già soffrendo di un grave sovraffollamento con palestinesi sfollati provenienti da altre aree di Gaza, che le sue infrastrutture sono deboli e la capacità di accedere agli aiuti umanitari è limitata.

L’esercito israeliano ha lanciato una campagna a Gaza per distruggere Hamas in risposta a un attacco senza precedenti nel sud di Israele il 7 ottobre, durante il quale circa 1.200 persone sono state uccise e 251 rapite.

Secondo il Ministero della Sanità di Hamas a Gaza, da allora sono state uccise più di 38.295 persone. Le cifre del ministero non distinguono tra civili e combattenti, ma indicano che tra i morti alla fine di aprile c’erano 14.680 bambini, donne e anziani.

rimaniamo in contatto

Tu o qualcuno che conosci siete interessati dai problemi di questa storia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto