Guerra Israele-Hamas: la Corte Suprema stabilisce che l’esercito israeliano deve addestrare uomini ultra-ortodossi

GERUSALEMME (AP) – Martedì la Corte Suprema israeliana ha stabilito all’unanimità che i militari devono iniziare a reclutare reclute ultra-ortodosse per il servizio militare, portando potenzialmente al collasso della coalizione di governo del primo ministro Benjamin Netanyahu mentre Israele continua la sua guerra a Gaza.

In assenza di una legge che distingua tra studenti di seminario ebrei e altri tirocinanti, la corte ha stabilito che il sistema del servizio militare obbligatorio israeliano si applica agli ultraortodossi come agli altri cittadini.

Secondo accordi di lunga data, gli uomini ultraortodossi sono esentati dalla leva, che è obbligatoria per la maggior parte degli uomini e delle donne ebrei. Queste esenzioni hanno da tempo suscitato l’ira dei laici, a Scollatura allargata Durante gli otto mesi di guerra, l’esercito ha richiamato decine di migliaia di soldati, affermando di aver bisogno di tutta la manodopera possibile. Più di 600 soldati furono uccisi.

Partiti ultra-ortodossi politicamente potenti, partner chiave nella coalizione di governo di Netanyahu, Resisti a qualsiasi cambiamento Nel sistema attuale. Se le esenzioni finissero, romperebbero la coalizione, farebbero crollare il governo e porterebbero a nuove elezioni.

Durante le discussioni, gli avvocati governativi hanno detto alla corte che la coscrizione di uomini ultraortodossi avrebbe “fatto a pezzi la società israeliana”.

La sentenza della corte arriva in un momento critico mentre la guerra a Gaza si trascina nel suo nono mese e il bilancio delle vittime continua a salire.

La Corte ha ritenuto che “il governo sta attuando un’applicazione selettiva non valida che costituisce una grave violazione dello stato di diritto e del principio secondo cui tutte le persone sono uguali davanti alla legge”.

READ  Le forti tempeste che colpiscono il Midwest portano gli uragani

Non è specificato quanti ultraortodossi saranno arruolati.

La Corte ha inoltre stabilito che i sussidi statali per esentare i seminari maschili ultraortodossi devono cessare. Tribunale Temporaneamente congelato Bilancio del seminario all’inizio di quest’anno.

In un post sul sito di social media X, il ministro del governo Yitzhak Goldknapp, capo di uno dei partiti ultraortodossi della coalizione, ha affermato che è stato “molto sfortunato e deludente”. Non ha detto se il suo partito vincerà il potere.

“Lo Stato di Israele è stato fondato per essere la casa del popolo ebraico, la cui Torah è il fondamento della sua esistenza. La Sacra Torah prevarrà”, ha scritto.

Gli ultraortodossi vedono nello studio religioso a tempo pieno il loro ruolo nella difesa dello Stato di Israele. Molti temono che un maggiore contatto con la comunità laica attraverso i militari allontanerà i seguaci dalla stretta adesione alla fede.

Gli uomini ultraortodossi frequentano seminari specializzati incentrati sugli studi religiosi, senza concentrarsi troppo su argomenti secolari come la matematica, l’inglese o le scienze. I critici hanno affermato di non essere disposti a prestare servizio militare o ad unirsi a una task force laica.

Le donne religiose generalmente ricevono esenzioni generali non controverse perché le donne non prestano servizio nelle unità di combattimento.

La sentenza ora pone le basi per crescenti attriti all’interno della coalizione tra i sostenitori più ultra-ortodossi della bozza e gli oppositori dell’idea. I legislatori ultra-ortodossi dovranno affrontare un’intensa pressione da parte dei leader religiosi e dei loro elettori, e dovranno scegliere se è vantaggioso per loro rimanere al governo.

Shuki Friedman, vicepresidente del Jewish People’s Policy Institute, un think tank di Gerusalemme, ha detto che gli ultra-ortodossi “capiscono di non avere un’alternativa politica migliore, ma allo stesso tempo il loro pubblico dice: ‘Perché abbiamo votato? per te?'”

READ  I gambiani votano alle prime elezioni presidenziali dall'era Jammeh | notizie politiche

Le esenzioni hanno dovuto affrontare sfide legali nel corso degli anni e una serie di sentenze dei tribunali hanno ritenuto il sistema ingiusto. Ma i leader israeliani, sotto la pressione dei partiti ultra-ortodossi, si sono ripetutamente bloccati. Non è chiaro se Netanyahu potrà farlo di nuovo.

La coalizione di Netanyahu è sostenuta da due partiti ultra-ortodossi che si oppongono all’aumento delle iscrizioni nei loro collegi elettorali. Il leader israeliano di lunga data ha cercato di rispettare le sentenze della corte mentre si sforzava di salvare la sua alleanza. Ma con una maggioranza risicata di 64 seggi su un parlamento composto da 120 membri, spesso si concentra sulle questioni preferite dai partiti più piccoli.

Netanyahu sta promuovendo un disegno di legge presentato dal precedente governo nel 2022 che cercava di affrontare la questione dell’iscrizione ultraortodossa.

Ma i critici sostengono che il disegno di legge è stato redatto prima della guerra e non è sufficiente per affrontare la carenza di manodopera mentre l’esercito cerca di mantenere le sue forze nella Striscia di Gaza e si prepara alla guerra con il gruppo libanese Hezbollah. con Israele dallo scoppio della guerra a Gaza lo scorso ottobre.

Con un alto tasso di natalità, la comunità ultraortodossa è il segmento della popolazione in più rapida crescita, circa il 4% annuo. Ogni anno, secondo il Comitato di controllo statale del parlamento israeliano, circa 13.000 uomini ultraortodossi compiono 18 anni, ma meno del 10% vengono registrati.

__

Lo scrittore di AP Isaac Scharf a Gerusalemme ha contribuito a questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto