I fossili rivelano predatori “dall’aspetto malvagio” che vagavano per la Terra prima dei dinosauri

Un fossile di 265 milioni di anni trovato in Sud America fornisce nuove informazioni sulle grandi specie predatrici che popolavano la Terra molto prima della comparsa dei dinosauri.

Questa specie è chiamata “Pampaphoneus biccai”. Secondo un comunicato stampa Dal Dipartimento di Biologia Organismica ed Evoluzionistica dell’Università di Harvard. Queste creature “presero il controllo” del Sud America 40 milioni di anni prima che i dinosauri vagassero per il pianeta. Secondo il comunicato stampa e Uno studio pubblicato sullo Zoological Journal della Linnean Societyricercatori di tutto il mondo hanno trovato una collezione di fossili di questa creatura risalenti a 265 milioni di anni fa “squisitamente conservati”.

La specie fossile è stata ritrovata a São Gabriel, una zona rurale nel sud del Brasile. Il fossile comprende “un cranio completo e alcune ossa”, secondo il comunicato stampa, comprese le ossa delle costole e delle braccia. I paleontologi del Laboratorio Paleontologico dell’Università Federale di Pampa e dell’Università Federale del Rio Grande do Sul hanno impiegato un mese per raccogliere il fossile. I ricercatori hanno poi trascorso tre anni a pulire e studiare il cranio.

Ricercatori sul luogo degli scavi. / Credito: foto di Felipe Pinheiro

“Questo animale era una bestia dall’aspetto strano e deve aver suscitato un’intensa paura di tutto ciò che ha incrociato il suo cammino”, ha detto la coautrice dello studio Stephanie Pierce, professoressa del Dipartimento di Biologia Evoluzionistica di Harvard. Al Museo di Zoologia Comparata della scuola. “La sua scoperta è fondamentale per fornire uno sguardo sulla struttura comunitaria degli ecosistemi terrestri prima della più grande estinzione di massa mai vista. Una scoperta straordinaria che dimostra l’importanza globale dei reperti fossili del Brasile.”

READ  Il nostro sole potrebbe non essere così grande come pensavamo: allarme scientifico

Pampaphoneus biccai fa parte di un clade o gruppo di creature con un antenato comune. Ci sono quattro rami principali del periodo in cui esistevano queste creature, e facevano parte del clade deinocefalo, che aveva ossa craniche spesse ed erano grandi animali terrestri trovati in Sud Africa e Russia. I ricercatori hanno affermato che Pampaphoneus bccai è l’unica specie conosciuta di dinosauro proveniente dal Brasile. I ricercatori stimano che il Pampaphoneus biccai possa raggiungere quasi i tre metri di lunghezza e pesare circa 400 chilogrammi, ovvero più di 880 libbre.

Cranio di un nuovo esemplare di Pampaphoneus biccai.  / Credito: foto di Felipe Pinheiro

Cranio di un nuovo esemplare di Pampaphoneus biccai. / Credito: foto di Felipe Pinheiro

Questo è solo il secondo teschio trovato in Sud America, secondo il comunicato stampa. Il cranio appena scoperto è più grande del primo e fornisce ai ricercatori “informazioni senza precedenti sulla sua forma grazie all’eccezionale conservazione delle sue ossa”.

“Il Pampaphonus ha svolto lo stesso ruolo ecologico dei grandi felini moderni”, ha affermato il ricercatore capo Felipe Pinheiro, capo del laboratorio e professore all’Università Federale di Pampa. “Era il più grande predatore terrestre che conosciamo del periodo Permiano del Sud America. L’animale aveva zanne grandi e affilate adatte ad afferrare la preda. I suoi denti e la struttura del cranio suggeriscono che il suo morso era abbastanza potente da masticare ossa, come molti animali moderni.” Iene diurne.

Il fuggitivo killer Danilo Cavalcanti viene catturato dalla polizia in Pennsylvania

CBS Mornings Deals offre sconti extra esclusivi questa settimana, con prodotti scontati almeno del 40%.

Graham Norton parla del suo nuovo romanzo, “Forever Home”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto