PartinicoPolitica

Il Consigliere Comito scrive al Commissario Straordinario e ai sindaci del Distretto Socio Sanitario 41

Il consigliere partinicese chiede di conoscere se sono stati attivati gli atti e le procedure consequenziali relative alle due circolari della regione Sicilia e di conoscere le somme non utilizzate circa gli interventi richiamati nelle circolari citati, nonché le somme non rendicontare

Il consigliere comunale di Partinico Toti Comito ha scritto al Commissario Straordinario Rosario Arena e ai sindaci del Distretto Socio Sanitario 41. Nella nota il consigliere partinicese chiede notizie sulle risorse finanziarie FNPS, destinati ai Piani di Zona. Il consigliere Comito rileva che nelle note dell’1 e del 17 Aprile 2020 dell’assessorato Regionale rivolte ai Sindaci e al comitato dei Sindaci, l’assessorato evidenzia il mancato impegno delle somme destinate all’erogazione dei servizi verso le fasce deboli nonché, in alcuni casi, la mancata rendicontazione.

“La circolare assessoriale dà la possibilità ai comuni di rimodulare il piano di zona al fine di utilizzare queste sole non spese e impiegare a sostegno delle disabilità gravi e gravissime e alle loro famiglie. In base a queste circolari – evidenzia il consigliere Comito – è possibile dare un aiuto immediato e concreto verso le famiglie nel cui nucleo insistono soggetti disabili sia attraverso l’erogazione di servizi, sia attraverso una contribuzione nel pagamento di utenze domestiche, viveri, farmaci e altro”.

Il consigliere Comito visto l’attuale stato di emergenza sanitaria a causa del Covid19, e considerando che le fasce deboli della società, con particolare riferimento a soggetti che hanno bisogno di assistenza continua e costante (a mero titolo esemplificativo e non esaustivo autistici, disabili mentali, ecc.), risultano ancora più esposte e i cui familiari hanno bisogno di una maggiore attenzione poiché, spesso, ricade solo su loro tutta la responsabilità dell’assistenza, a tal proposito chiede a chi di competenza se sono stati attivati gli atti e le procedure consequenziali relative alle due circolari riportate nella nota (clicca qui per leggerla).

“Pertanto – conclude Comito – si chiede di conoscere se sono stati attivati gli atti e le procedure consequenziali relative alle due circolari della regione Sicilia e di conoscere le somme non utilizzate circa gli interventi richiamati nelle circolari citati, nonché le somme non rendicontare”.

Articoli Correlati

Back to top button
Close