La Fifth Third Bank paga 5 milioni di dollari per risolvere le accuse di assicurazione auto

La Fifth Third Bank ha accettato di pagare milioni di dollari per risolvere le accuse di essere stata costretta a concedere prestiti per auto Ciò spinge i clienti a duplicare le polizze assicurative auto che rendono i loro pagamenti mensili più costosi, in alcuni casi con il risultato che i veicoli vengono recuperati da clienti che non possono permettersi di pagare.

Lo ha detto martedì l’Ufficio per la protezione finanziaria dei consumatori Atti giudiziari La banca con sede nell’Ohio ha applicato impropriamente circa 37.000 polizze assicurative tra il 2011 e il 2019. L’agenzia ha ordinato alla banca di pagare una multa di 5 milioni di dollari e di fornire un risarcimento non specificato ai clienti interessati.

Il direttore dell’Ufficio per la protezione finanziaria dei consumatori, Rohit Chopra, ha affermato che la banca “sta gravando illegalmente i conti del prestito auto con commissioni eccessive”, con il risultato che circa 1.000 famiglie hanno perso la propria auto a causa del pignoramento.

“Stiamo ordinando ai dirigenti senior e al consiglio di amministrazione della Fifth Third Bank di ripulire queste pratiche commerciali interrotte o di affrontare ulteriori conseguenze”, ha affermato Chopra.

La banca ha affermato che le pratiche di assicurazione auto identificate dal Consumer Financial Protection Bureau sono state volontariamente interrotte nel 2019, prima che l’agenzia iniziasse le sue indagini.

“Abbiamo già intrapreso azioni significative per affrontare questi problemi ereditati, inclusa l’identificazione dei problemi e l’adozione di iniziative per correggere le questioni”, ha affermato in una nota Susan Zaunbrecher, responsabile legale della Fifth Third Bank.

Aumento

Storie per tenerti informato

Questa è l’ultima azione intrapresa dal Consumer Financial Protection Bureau contro la banca, accusata nel 2020 di aver aperto in modo improprio conti dal 2010 almeno al 2018. Martedì il Quinto Terzo ha accettato di pagare 15 milioni di dollari per rispondere alle accuse.

READ  Andy Jassy, ​​CEO di Amazon: Una parte "imbarazzante" del tuo successo a vent'anni dipende dal tuo comportamento

Un capitolo a parte sono le accuse riguardanti le polizze assicurative, che provengono da una divisione della banca che collabora con i concessionari di automobili per offrire prestiti auto.

Per anni, i prestiti auto della Fifth Third prevedevano “un’assicurazione di protezione collaterale”. La legge sulla tutela finanziaria dei consumatori stabilisce che l’assicurazione obbligatoria è “assicurazione obbligatoria”; Cioè, consente di aggiungere automaticamente la copertura per i clienti che non hanno una propria copertura – una pratica che il Consumer Financial Protection Bureau ha descritto come “assicurazione forzata”.

Questa clausola aveva lo scopo di dare alla banca la possibilità di proteggere la garanzia fornita dal prestito: l’auto stessa. Ma secondo il Consumer Financial Protection Bureau, più della metà delle polizze assicurative addebitate dalla banca ai clienti si applicavano a clienti che erano già assicurati o avevano ottenuto una nuova assicurazione entro 30 giorni dalla scadenza della polizza precedente.

“La Quinta Terza ha continuato a far pagare l’assicurazione per anni, richiedendo ai consumatori di pagare per un’assicurazione di cui non avevano bisogno o di dover affrontare ritardi di pagamento, costi aggiuntivi e persino pignoramenti”, ha affermato l’agenzia.

L’agenzia per la protezione finanziaria dei consumatori ha affermato che i premi applicati dalle polizze erano più alti di quelli che i proprietari di auto potrebbero ottenere altrove, aggiungendo in media circa $ 200 al premio mensile dell’auto di un mutuatario.

Il Consumer Financial Protection Bureau ha affermato che queste accuse erano illegali e hanno portato alcuni clienti a non onorare i loro prestiti, con il sequestro di 1.005 veicoli dei clienti. Il programma assicurativo imposto con la forza è terminato nel 2019, secondo il Consumer Financial Protection Bureau e la banca.

READ  Un operaio siderurgico di Pittsburgh parteciperà a una sessione congiunta del Congresso durante la discussione sulla vendita di acciaio statunitense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto