La guerra in Ucraina fa pensare agli investitori di una seconda guerra fredda

Dalla caduta dell’Unione Sovietica, gli investitori hanno goduto di decenni di stabilità economica globale, con conflitti militari e diplomatici stranieri che hanno giocato un ruolo ridotto nei movimenti di mercato.

Ma L’invasione russa dell’Ucraina È il segno più visibile del recente cambiamento in quella dinamica in cui la crescente competizione tra nazioni potenti avrà terribili conseguenze per gli investitori.

Il più grande conflitto militare in Europa dalla seconda guerra mondiale, insieme all’escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Cina, vede gli investitori che osservano i cambiamenti nelle dinamiche del potere internazionale più da vicino di quanto non abbiano fatto per molto tempo.

Daniel J. ha detto: Un gestore di fondi che supervisiona 2,2 trilioni di dollari di asset. “Questa situazione in Russia complica ulteriormente alcune di queste ampie relazioni globali ed è sicuramente un argomento di conversazione in crescita con i nostri investitori”.

I mercati finanziari sono sempre stati sensibili agli eventi geopolitici – elezioni, interruzioni dell’offerta e tensioni commerciali – che possono far muovere i prezzi. E in pochi giorni, l’invasione dell’Ucraina ha innescato una serie di manovre economiche che potrebbero cambiare rapidamente il modo in cui i paesi raccolgono fondi, acquistano materie prime e con chi trattano.

Gli Stati Uniti ei suoi alleati europei hanno detto che lo avrebbero fatto Congelamento di tutte le attività della Banca centrale russa detenute dalle istituzioni finanziarie statunitensi, rendendo difficile per la banca centrale sostenere il rublo. nuove sanzioni per lei Sostanzialmente bloccato Alcune banche russe di transazioni internazionali. Il gigante petrolifero britannico BP ha detto che lo farà “Uscita” La sua partecipazione del 20% nella compagnia petrolifera russa Rosneft, valutata lo scorso anno a 14 miliardi di dollari. E il Fondo sovrano norvegesela più grande azienda del mondo, ha dichiarato che si disimpegnerà dai suoi investimenti russi.

Queste mosse, insieme alla posizione della Russia come terzo produttore mondiale di petrolio, dopo Stati Uniti e Arabia Saudita, hanno scosso i mercati di tutto il mondo. I commercianti di materie prime stanno scoprendo come reindirizzare il flusso globale di petrolio, gas naturale, minerali e cereali. Gli operatori di borsa, già di fronte all’incertezza mentre governi e banche centrali sono alle prese con le ricadute della pandemia, devono fare i conti con un conflitto armato che potrebbe ostacolare qualsiasi attività commerciale che fa affidamento su quei materiali.

L’S&P 500 è sceso per il secondo mese consecutivo a febbraio, inclusa la rapida volatilità degli ultimi giorni mentre infuriano i combattimenti e le conseguenze delle sanzioni finanziarie. effetto istantaneo sull’economia russa. Il il rublo è caduto A un minimo storico rispetto al dollaro, i futures sul petrolio sono saliti a oltre $ 100 al barile.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l'Ucraina

Jason Schenker, presidente di Prestige Economics, un meteorologo ad Austin, in Texas, ha descritto il risveglio delle tensioni tra i paesi occidentali e la Russia come una seconda Guerra Fredda.

“C’è questa competizione per l’influenza globale e il potere globale, ma la posta in gioco ora è alta”, ha affermato Schenker. Potremmo avere una lunga battaglia di sanzioni e diplomazia del potere morbido. E potremmo vedere i rischi successivi di un’ulteriore azione militare”.

Quel pericolo era evidente martedì quando l’ex primo ministro russo Dmitry Medvedev ha avvertito che le guerre economiche “spesso si trasformano in vere guerre”, spingendo il ministro delle finanze francese, Bruno Le Maire, a ritrattare una precedente dichiarazione secondo cui l’Europa era “pienamente preparata”. Guerra economica e finanziaria contro la Russia”. Le Maire ha affermato che il suo uso della parola “guerra” era inappropriato.

Sebbene l’incursione in Ucraina sia un esempio concreto e pubblico del modo in cui gli eventi geopolitici stanno influenzando sempre più i mercati, una trasformazione era già in atto.

Cresce la tensione tra Stati Uniti e Cina il più grande partner commerciale Nelle merci, per anni, in particolare la guerra commerciale durante l’amministrazione del presidente Donald J. Trump, che includeva Tariffe su una vasta gamma di prodotti cinesi Nel 2018. Ma da allora le manovre sono continuate: Pechino si è mossa per tenere a freno le aziende che… Elenco delle loro azioni negli Stati Uniti Oltre a dare anche alle banche di Wall Street mano più libera Operare all’interno dei suoi confini, il che significa che esistono attività gestite da investitori in termini cinesi.

L’attacco della Russia all’Ucraina e le mosse per isolarla potrebbero spingere la Russia Ancora più vicino alla Cina, che è stato più cauto di altri paesi riguardo all’attacco. Ha anche portato a una maggiore preoccupazione per le relazioni della Cina con Taiwan, l’isola autonoma rivendicata da Pechino. Sebbene non vi siano indicazioni che un’invasione dell’isola sia imminente, la Cina Invia regolarmente aerei da guerra Verso Taiwan, gli analisti hanno affermato che Pechino sta chiarendo che non escluderà un’azione militare per assorbire l’isola.

Taiwan svolge un ruolo fondamentale nella catena di fornitura globale di chip semiconduttori che alimentano cose diverse come iPhone e automobili ed è un importante partner commerciale con gli Stati Uniti, che Importa miliardi di dollari Nelle macchine elettriche dell’isola.

READ  Confine polacco: gli estranei lasciano carrozzine, seggiolini per auto, cappotti invernali e giocattoli per i rifugiati ucraini

Qualsiasi azione militare a Taiwan causerebbe un cambiamento sismico nell’economia globale, ha affermato Karl Chamota, chief market strategist di Corpay, una società di pagamenti globali, e gli investitori e le aziende stanno osservando da vicino l’impatto economico globale delle sanzioni sulla Russia come banco di prova. .

Chamota, che risiede a Toronto, ha affermato che le sanzioni contro la Russia sono simili ai vecchi controlli sui capitali, indicando un rinnovato desiderio da parte dei governi di utilizzare strumenti economici per raggiungere gli obiettivi di politica estera. Questo può essere uno shock per le aziende e i commercianti che sono abituati a spostare centinaia di milioni di dollari attraverso i confini in modo rapido e semplice.

READ  Il primo ministro lettone afferma che le forze russe si stanno spostando nell'Ucraina orientale mentre gli Stati Uniti avvertono che un'invasione su larga scala potrebbe essere imminente

“La sabbia sarà messa negli ingranaggi della macchina economica globale, apposta”, ha detto. “I governi cercheranno di rallentare il movimento delle cose attraverso i confini e la quantità di denaro che può spostarsi da un luogo all’altro, e questo è un mondo completamente diverso se sei una grande multinazionale: rende gli affari più difficili”.

La lotta, di per sé, non ha ostacolato la crescita dei mercati finanziari. Dopo gli attentati dell’11 settembre, ad esempio, la borsa è rimasta chiusa per quattro giorni e ha riaperto a un netto sell-off. Ma l’effetto è stato temporaneo ei mercati azionari sono andati costantemente al rialzo anche se gli Stati Uniti hanno lanciato due guerre in Iraq e Afghanistan nei decenni successivi. L’interruzione più grave è stata una crisi finanziaria, non militare, nel 2008.

Dopo aver analizzato le prestazioni dell’S&P 500 dal 1945, il Global Wealth Management di UBS ha scoperto che i mercati in genere diminuiscono durante la prima settimana di grandi conflitti militari. Ma in 14 casi su 18 è aumentato in tre mesi.

“Le valutazioni sono diminuite, quindi alcuni dei rischi sono già stati prezzati”, ha scritto in una nota Solita Marcelli, chief investment officer per le Americhe di UBS Global Wealth Management. “Continuiamo a prevedere una crescita globale al di sopra della tendenza poiché i paesi revocano le restrizioni relative al Covid-19”.

Kristina Huber, capo stratega del mercato globale di Invesco, che gestisce 1,6 trilioni di dollari per clienti inclusi fondi pensione, compagnie assicurative e investitori individuali, ha affermato che i combattimenti in Ucraina sono stati più preoccupanti a causa del bilancio umano. Sono previsti piccoli guadagni per il mercato azionario statunitense quest’anno, ma questi guadagni derivano da una maggiore volatilità. Le considerazioni geopolitiche si aggiungono alle già oscure condizioni che devono affrontare gli investitori poiché la Federal Reserve prevede di aumentare i tassi di interesse per frenare l’inflazione.

“C’è un’enorme quantità di incertezza là fuori”, ha detto.

Nel breve termine, ha affermato Shmotta, gli investitori continueranno probabilmente ad acquistare beni rifugio come il dollaro USA o lo yen giapponese ed eviteranno asset più rischiosi come le azioni poiché le forze russe continuano a fare pressione sull’Ucraina. Anche se verrà trovata una soluzione rapida e pacifica, il conflitto avrà effetti duraturi, ha affermato.

“A lungo termine, gli investitori non dimenticheranno questo episodio”, ha detto. “È molto chiaro che la guerra economica è in corso e, in quanto tale, penso che gli investitori saranno più cauti negli anni a venire”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,587FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles