Le azioni Nvidia sono scese del 5%, estendendo la scivolata in territorio di correzione

Lunedì le azioni di Nvidia (NVDA) sono scese fino al 5% mentre gli investitori hanno abbandonato i giochi IA più in voga dell’anno. La sessione ha segnato il terzo giorno consecutivo di perdite per i titoli azionari dei pesi massimi, che sono scivolati in territorio di correzione.

Il titolo è sceso di oltre l’11% rispetto al massimo storico di chiusura di 135,58 dollari di martedì scorso, quando la capitalizzazione di mercato di Nvidia ha temporaneamente spodestato Microsoft (MSFT) come azienda di maggior valore. Qualunque cosa oltre un calo del 10% rispetto al recente massimo è considerata una zona di correzione.

Da allora, il produttore di chip ha riconquistato la corona con una capitalizzazione di mercato di circa 2,9 trilioni di dollari, inferiore alla valutazione di Microsoft e Apple (AAPL) di oltre 3 miliardi di dollari ciascuna.

Giovedì della scorsa settimana, Nvidia ha svolto un ruolo fondamentale nel sostenere l’indice S&P 500 (^GSPC) e il Nasdaq (^IXIC) affinché ripetessero livelli record nel 2024.

La società con sede a Santa Clara, in California, ha completato una divisione 10 per 1 il 10 giugno.

Come riportato di recente da Allie Canal di Yahoo Finance, Wall Street è contrastante sul fatto che la recente svendita segnali preoccupazioni a lungo termine sul titolo.

“Il forte rialzo del titolo lo rende vulnerabile alle prese di profitto, ma ne contestiamo qualsiasi volatilità [is] “Probabilmente a breve termine”, hanno detto gli analisti della Bank of America in una nota la scorsa settimana, ribadendo un rating di acquisto e un obiettivo di prezzo di 150 dollari e definendo Nvidia una “scelta migliore”.

READ  La batteria dell'auto elettrica si è ricaricata in meno di cinque minuti durante un test su pista

Durante il fine settimana, gli analisti di Jefferies hanno mantenuto un rating di acquisto sul titolo e hanno aumentato il loro obiettivo di prezzo a 150 dollari da 135 dollari, definendo Nvidia un “re e kingmaker”.

Nel frattempo, gli investitori dovrebbero diffidare dei segnali che indicano che la recessione è destinata a durare, ha detto venerdì a Yahoo Finance Patrick Moorhead, fondatore e CEO di Moor Insights & Strategy.

Sebbene non veda che lo status quo del dominio di Nvidia cambierà nei prossimi sei-nove mesi, gli investitori dovrebbero concentrarsi “sulla redditività finale che le persone nell’ecosistema stanno raggiungendo o non raggiungendo”.

“Si tratta di aziende di software come Adobe, Salesforce, SAP e ServiceNow, perché se quelle aziende e quei consumatori non pagano di più per queste nuove funzionalità di intelligenza artificiale, questo grande treno si fermerà bruscamente, come abbiamo visto nel punto. fallimento delle comunicazioni.

Il CEO di Nvidia Jensen Huang parla al Computex 2024 a Taipei, Taiwan, a giugno.  (Foto AP/Xiang Yingying, file)

Il CEO di Nvidia Jensen Huang parla al Computex 2024 a Taipei, Taiwan, a giugno. (Foto AP/Xiang Yingying, file) (Agenzia di stampa)

Ince Ferry è il principale corrispondente commerciale di Yahoo Finance. Seguitela su X in @ines_ferre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto