Le società occidentali si spostano per uscire dalla Russia mentre le sanzioni si inaspriscono

  • BP cederà la partecipazione di Rosneft del valore di 25 miliardi di dollari
  • Fare pressione su altre compagnie energetiche affinché seguano l’esempio
  • Colpite le azioni di società di origine russa
  • Alcune banche russe hanno chiuso le porte al sistema SWIFT
  • L’Unione Europea, il Canada e la Gran Bretagna hanno chiuso lo spazio aereo della Russia

28 febbraio (Reuters) – Il gigante dell’energia BP, la banca globale HSBC e la più grande società di leasing di aeromobili del mondo AerCap si sono uniti a un elenco crescente di società occidentali che cercano di lasciare la Russia lunedì, mentre le sanzioni occidentali hanno stretto il cappio su Mosca sulla conquista dell’Ucraina.

L’Occidente ha cercato di punire la Russia con una serie di misure, tra cui la chiusura dello spazio aereo agli aerei russi, la chiusura di alcune banche russe dalla rete finanziaria globale SWIFT e la limitazione della capacità di Mosca di dispiegare i suoi 630 miliardi di dollari in riserve estere. Per saperne di più

L’economia russa stava già vacillando lunedì. Il rublo è sceso fino al 30% al minimo storico, mentre la banca centrale ha raddoppiato il suo tasso di interesse di riferimento al 20%, ha mantenuto chiusi i mercati azionari e derivati ​​e ha temporaneamente vietato ai broker di vendere titoli detenuti da stranieri per limitare le perdite. . Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

BP, il più grande investitore straniero della Russia, ha improvvisamente annunciato durante il fine settimana che avrebbe rinunciato alla sua partecipazione del 20% in Rosneft, controllata dallo stato. (ROSN.MM) Con un costo fino a 25 miliardi di dollari, che dimezzerebbe le riserve di petrolio e gas della compagnia britannica e ridurrebbe di un terzo la produzione di BP. Per saperne di più

READ  La Russia interrompe le consegne di motori missilistici negli Stati Uniti

La decisione di BP, che ha fatto seguito ai colloqui con il governo britannico, ha messo in evidenza altre società occidentali che hanno partecipazioni in progetti petroliferi e del gas russi, come la società statunitense ExxonMobil. (XOM.N)Energie totali francesi (TTEF.PA) Gran Bretagna paralizzata (sospiro).

Equinore (EQNR.OL)La compagnia energetica statale norvegese ha dichiarato che inizierà a liquidare le sue joint venture in Russia, mentre il fondo sovrano norvegese, il più grande del mondo, spenderà anche circa 25 miliardi di corone norvegesi (2,8 miliardi di dollari) nelle sue attività russe. Per saperne di più

Il fondo sovrano australiano ha anche affermato che intende porre fine alla sua esposizione alle società quotate in Russia. Per saperne di più

Gran parte dell’economia russa sarà una zona vietata per le banche e le società finanziarie occidentali dopo la decisione di isolare alcune delle sue banche da SWIFT, un sistema di messaggistica sicuro utilizzato in migliaia di miliardi di dollari di transazioni in tutto il mondo.

Il braccio europeo di Sberbank (SBER.MM)Lunedì, la Banca centrale europea, il più grande prestatore russo, ha avvertito del fallimento, dopo che i suoi depositi sono stati affrettati. Per saperne di più

Banca britannica HSBC (HSBA.L) Una nota vista da Reuters ha mostrato che la società ha affermato di aver iniziato a porre fine ai legami con un gruppo di banche russe, inclusa la seconda banca VTB, una delle banche colpite dalle sanzioni. Per saperne di più

Le azioni sono scese

In mezzo alla crescente pressione economica sulla Russia, anche la Svizzera neutrale ha affermato che probabilmente seguirà l’esempio dell’Unione europea imponendo sanzioni e congelando i beni russi. Per saperne di più

Mentre i russi facevano la fila agli sportelli automatici (ATM) durante il fine settimana per paura che le sanzioni potessero portare a una carenza di liquidità, le società occidentali che hanno subito un duro colpo in Russia hanno subito un duro colpo quando i mercati hanno aperto lunedì. Per saperne di più

Pneumatici Nokian (PNEUMATICI.HE)che la scorsa settimana ha dichiarato che avrebbe spostato parte della produzione in Finlandia dalla Russia, dove ha una fabbrica e un magazzino, ha ritirato la sua guida per il 2022, danneggiando le sue azioni.

In calo anche le azioni di Société Générale (SOGN.PA)la banca francese che possiede la russa Rosbank e la casa automobilistica Renault (RENA.PA)che controlla la casa automobilistica russa Avtovaz.

Finnair ha perso un quinto del suo valore dopo aver ritirato la direttiva del 2022 a causa della possibile chiusura dello spazio aereo russo, dopo che i paesi europei e il Canada hanno compiuto il passo senza precedenti di chiudere il loro spazio aereo agli aerei russi. Per saperne di più

Funzionari statunitensi hanno affermato che gli Stati Uniti stavano considerando un passo simile.

Le società di leasing hanno dichiarato che avrebbero risolto centinaia di contratti di noleggio di aeromobili con le compagnie aeree russe a causa delle sanzioni. La società di analisi Cirium ha affermato che la Russia ha 980 aerei passeggeri in servizio, di cui 777 noleggiati e 515 noleggiati da compagnie straniere. Per saperne di più

READ  Trump difende l'elogio di Putin anche se definisce "coraggioso" il presidente dell'Ucraina

AerCap Holdings in Irlanda (AER.N)La più grande compagnia di leasing di aeromobili del mondo, dove circa il 5% della sua flotta è noleggiato a compagnie aeree russe, ha dichiarato che interromperà il noleggio alla Russia. Locatore asiatico BOC Aviation (2588.HK) Ha affermato che la maggior parte dei suoi aerei in Russia, o circa il 4,5% della sua flotta, sarebbero stati interessati. Per saperne di più

United Parcel Service Inc., con sede negli Stati Uniti (UPS.N) e FedEx Corp (FDX.N)Due delle più grandi società di logistica del mondo hanno dichiarato di aver interrotto le consegne in Russia e Ucraina. Per saperne di più

L’Unione Europea ha bandito i media russi RT e Sputnik, mentre anche le società di telecomunicazioni canadesi hanno smesso di offrire RT. Google ha vietato a RT e ad altri canali russi di ricevere denaro per annunci su siti Web, app e video di YouTube, in modo simile alla mossa di Facebook. Per saperne di più

Lo ha detto il capo del mercato interno dell’Unione Europea agli amministratori delegati del proprietario di Google, Alphabet (GOOGL.O) Domenica si è unito su YouTube per bandire gli utenti che promuovono la propaganda di guerra come parte delle misure per fermare la disinformazione sull’Ucraina.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Ron Bosso e Dmitri Zhdanikov a Londra, Fu Yun Che a Bruxelles, Jamie Freed a Sydney, Caroline Cohen a Londra, Saeed Azhar a Dubai; Scritto da Carmel Crimmens e Edmund Blair; Montaggio di Grant McCall

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,503FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles