BalestrateCronaca

M5S Balestrate: “Comune senza assicurazione”

Il consigliere comunale e portavoce del M5S Balestrate Curcurù: “Stiamo raccontando fatti relativi alla società con cui il Comune di Balestrate ha stipulato un contratto assicurativo e che, per quanto confermatomi dal segretario comunale, per me unico riferimento del Comune di Balestrate, è in liquidazione”

Nella foto: il consigliere comunale e portavoce del M5S Balestrate Giuseppe Curcurù

“Su Elite Insurance, dal 5 febbraio del 2019, grava un provvedimento di decadenza, secondo quanto pubblicato dall’IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), dall’11 dicembre 2019 viene nominato il liquidatore e, la sede di liquidazione (Regno Unito) ”, lo dice attraverso un comunicato stampa il consigliere comunale e portavoce del M5S Balestrate Giuseppe Curcurù (nella foto) che continua: “I cittadini si chiederanno di cosa stiamo parlando. Stiamo raccontando fatti relativi alla società con cui il Comune di Balestrate ha stipulato un contratto assicurativo e che, per quanto confermatomi dal segretario comunale, per me unico riferimento del Comune di Balestrate, è in liquidazione”.

Il consigliere comunale pentastellato attraverso il suo comunicato si pone le seguenti domande: “Come gestirà il Comune questa fase di transizione? L’insinuazione allo stato passivo, per quanto necessaria, cosa sarà in grado di garantirci? I cittadini creditori che dovranno essere risarciti per un danno subito, come saranno pagati? Quali aspetti hanno potuto determinare la scelta di una società assicurativa con sede in Gibilterra? Chi avrebbe dovuto controllare, a partire dal momento della stipula, lo stato di salute della/e compagnia/e assicurativa/e? Esiste una comunicazione ufficiale trasmessa al Comune in cui la società riferisce del fallimento? Il Comune ha già provveduto a comunicare ai creditori interessati a vario titolo (singoli cittadini, avvocati, ecc.) cosa sta accadendo?”.

“Siamo seriamente preoccupati per l’assenza totale di informazione e soprattutto perché, se non avessi per caso scoperto questo stato di “assenza di copertura“, con molta probabilità, nessuno si sarebbe degnato di comunicare il problema, se gli scenari futuri prevedono indebitamenti o ulteriori debiti fuori bilancio, noi mettiamo le mani avanti: non ve lo permetteremo – conclude il conigliere Curcurù – È tempo che la gente si svegli e comprenda lo stato di degrado in cui è scivolato il nostro comune, stato prodotto arroganza politica di quanti pensavano di stupire il villaggio e invece, per quanto ci risulta dai fatti, non sono in grado di partorire un topolino”.

Leggi tutto l'articolo

Articoli Correlati

Back to top button
Close