Morte di massa di delfini nell’Amazzonia brasiliana a causa dell’aumento della temperatura dell’acqua

Lui gioca

Secondo i rapporti, più di 100 delfini sono stati trovati morti la scorsa settimana nella foresta amazzonica brasiliana in un contesto di grave siccità e acqua calda.

L’Istituto Mamirawa per lo sviluppo sostenibile, una struttura di ricerca finanziata dal Ministero della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione del Brasile, ha trovato i delfini morti nel lago Teifi negli ultimi sette giorni. Lo ha riferito la CNN. I ricercatori ritengono che le morti di massa siano collegate alla siccità in corso in Amazzonia e alle condizioni meteorologiche recenti, secondo la CNN.

Ha aggiunto: “È ancora troppo presto per determinare la causa di questo evento estremo, ma secondo i nostri esperti è sicuramente legato al periodo secco e alle alte temperature nel Lago Teifi, con alcuni punti che superano i 39 gradi Celsius (102 gradi Fahrenheit ).” Lo ha riferito l’istituto all’agenzia di stampa.

Oltre alla morte dei delfini, Guardiano È stato riferito che migliaia di pesci morti sono apparsi anche nel lago Teifi.

Il Rio delle Amazzoni è il corso d’acqua più grande del mondo e il suo bacino è collegato alla foresta amazzonica, famosa per la sua ricca biodiversità dove vivono milioni di specie.

Ma l’attività umana e le condizioni meteorologiche estreme nella zona hanno sollevato preoccupazioni ambientali. Lo stato di Amazonas ha dichiarato lo stato di emergenza ambientale a settembre in risposta alla storica siccità e ha lanciato un piano di risposta da 20 milioni di dollari.

READ  Undici passeggeri hanno perso in un incendio di un traghetto in Grecia

“Il mese scorso a Tefi sembrava uno scenario da fantascienza sul cambiamento climatico”, ha detto al Guardian Daniel Tregidjoe, un ricercatore britannico che vive nella zona. “Gli avvistamenti regolari di delfini rosa di fiume sono uno dei grandi vantaggi di vivere nel cuore dell’Amazzonia… Sapere che uno dei delfini è morto è triste, ma vedere mucchi di corpi, sapere che questa siccità ha ucciso più di 100 persone, è una tragedia.”

“Un disastro devastante”: Lo studio collega il cambiamento climatico alle terribili inondazioni che hanno causato migliaia di vittime

Potrebbero essere colpite centinaia di migliaia di persone

Le autorità brasiliane hanno affermato che la siccità potrebbe colpire circa 500.000 persone entro la fine dell’anno. Molte popolazioni indigene stanno già lottando per accedere ai beni di prima necessità, come cibo e acqua.

Il principale mezzo di trasporto nella regione sono i corsi d’acqua, ma la siccità prolungata ha causato l’abbassamento storico del livello dei fiumi. La siccità ha colpito anche la pesca, mezzo di sostentamento per molte comunità lungo il fiume.

L’Agenzia statale di protezione civile dell’Amazzonia ha dichiarato in una dichiarazione a settembre che le autorità avrebbero distribuito scorte di cibo, acqua e prodotti per l’igiene personale per aiutare le comunità. Secondo il governatore dello stato di Amazonas Wilson Lima, diversi livelli di governo sosterranno i comuni colpiti.

Secondo l’Autorità di Protezione Civile, la settimana scorsa 15 comuni erano in stato di emergenza e altri 40 erano in allerta.

Il cambiamento climatico sta aggravando la siccità

Secondo l’Autorità di Protezione Civile, la siccità dovrebbe essere più grave e durare più a lungo a causa del fenomeno climatico El Niño.

READ  Le obbligazioni sono state danneggiate mentre i noleggiatori di aerei cercano di recuperare aerei bloccati in Russia

El Niño è un andamento climatico naturale in cui l’acqua di mare nell’Oceano Pacifico tropicale centrale e orientale è più calda del normale in questo periodo dell’anno. Questo fenomeno può influenzare le tempeste e le condizioni meteorologiche in tutto il mondo, inclusa la prevenzione della formazione di nuvole di pioggia.

Il cambiamento climatico e l’aumento delle temperature globali stanno rendendo la siccità più frequente, più duratura e più grave. L’aria più calda porta ad una maggiore evaporazione durante i periodi di siccità, che riduce l’acqua superficiale e secca il suolo e le piante.

Cambiamenti climatici e istruzione: Molte scuole americane non insegnano il cambiamento climatico. Gli studenti non ne sono contenti

Contribuiscono: Doyle Rice, USA TODAY; Stampa associata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto