CronacaPartinico

Operazione “Mirò”, tolti i domiciliari ad altri 3 indagati

Il blitz antridroga è scattato lo scorso 17 maggio ed ha sgominato una banda dedita allo spaccio di cocaina nelle province di Palermo e Trapani

Tre indagati nell’ambito dell’operazione “Mirò” che all’alba dello scorso 17 maggio ha portato a 30 arresti escono dal regime degli arresti domiciliari a cui erano stati sottoposti.

Domiciliari revocati per il 36enne Pietro Di Marco assistito dall’avvocato Mario Sanacore e per i coniugi Vincenzo Cannavò e Rosalia Aiello assistiti dall’avvocato Lorenzo Sanseverino, gli indagati – tutti partinicesi – avranno comunque l’obbligo di dimora, prima di loro erano state revocate le misure dei domiciliari ad altri duer partinicesi, il 58enne Leonardo Casarrubbia e la 31enne Mariella Piazza.

Il Casarrubbia è consorte di Antonina Vitale, sorella di Vito e Leonardo Vitale e considerata a capo della banda che gestiva lo spaccio che da Partinico si era esteso in buona parte delle province di Palermo e Trapani. Il marito della Vitale fu uno dei pochi che lasciò delle dichiarazioni al gip Turturici durante gli interrogati di garanzia tenuti nei giorni a seguire dell’operazione antidroga condotta dal commissariato di Partinico.

Articoli Correlati

Back to top button
Close