PartinicoPolitica

Partinico, approvato il DUP (Documento Unico di Programmazione 2017/2019)

Il Consiglio Comunale tornerà a riunirsi lunedì 21 ottobre alle ore 9.30 per arrivare all’approvazione dell’ipotesi di bilancio riequilibrato


Approvato il DUP (Documento Unico di Programmazione 2017/2019), lo strumento che definisce l’attività strategica e operativa del Comune e costituisce il presupposto necessario a tutti gli altri documenti di programmazione. Al DUP è allegato il piano delle alienazioni, cioè l’elenco dei beni di proprietà del Comune che vanno messi in vendita per il ripianamento delle passività. Tra i beni inseriti nel piano delle alienazioni, vi è l’azienda agraria di circa 8 ettari sita in contrada Bosco Falconeria in uso all’Istituto “Danilo Dolci” di Partinico che ha anche, nella propria disponibilità, gli edifici scolastici recentemente ristrutturati dalla ex Provincia di Palermo.

“L’alienazione dell’azienda agricola comprometterebbe, oltre che i programmi dell’Istituto, anche le finalità del recupero degli edifici scolastici – dice il consigliere comunale Renzo Di Trapani – pertanto, mi sono fatto promotore di una modifica al DUP che prevede l’alienazione dei terreni con annessi fabbricati rurali ricadenti in contrada Bosco Falconeria ed in uso all’Istituto “Danilo Dolci” potrà avvenire previo confronto, in apposito tavolo tecnico, tra il Comune di Partinico, l’Istituto “Danilo Dolci” e la ex Provincia di Palermo, finalizzato a verificare le eventuali proposte di rilancio dell’intera azienda agraria con annessi edifici scolastici”.

La proposta è stata approvata dal Consiglio con 13 voti a favore e 2 astensioni. Il Consiglio Comunale tornerà a riunirsi lunedì 21 ottobre alle ore 9.30 per arrivare all’approvazione dell’ipotesi di bilancio riequilibrato. “Come sostenuto in più occasioni e ripetuto anche nella seduta odierna – dice Di Trapani – ritengo che con l’approvazione dello strumento finanziario, il ruolo della consiliatura è di fatto concluso, pertanto proporrò ai colleghi consiglieri la sottoscrizione delle dimissioni contestuali per la cessazione del Consiglio Comunale, ai sensi dell’art. 1 comma 2, della legge regionale n. 7, del 5 maggio 2017”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
close-link
Close
Close