Cronaca

Partinico. Illuminazione pubblica: annullata la deliberazione del Commissario Straordinario Arena

L'ex consigliere comunale Comito: "Ci auguriamo che ci sia ancora margine di manovra e che la commissione prefettizia trovi il modo per sottrarre il Comune di Partinico da un contratto che impegna per 20 anni il comune con un costo smisurato e al termine del quale si ritroverà comunque un impianto di illuminazione obsoleto"

“Annullata la deliberazione del commissario straordinario Arena sulla complessa vicenda dell’illuminazione pubblica. Alcune modifiche (ricordo fra tutte l’art 18 affidamenti a terzi e nomine) apportate allora arricchirono ancor di più le perplessità su quel progetto. Fortissimi furono gli scontri su un appalto che abbiamo sempre sostenuto fosse assolutamente antieconomico e dannoso per l’ente (nel dibattito consiliare del 10 ottobre 2018 a margine di una mozione di indirizzo proprio su questa questione chiesi addirittura l’azzeramento della giunta proprio perché la maggioranza si dileguò come neve al sole, mentre al punto precedente ovvero il dissesto registrammo ben 17 voti)”, lo dice l’ex consigliere comunale del Comune di Partinico Toti Comito.

“Ci auguriamo che ci sia ancora margine di manovra e che la commissione prefettizia trovi il modo per sottrarre il Comune di Partinico da un contratto che impegna per 20 anni il comune con un costo smisurato e al termine del quale si ritroverà comunque un impianto di illuminazione obsoleto. Mentre le altre comunità approfittarono e approfittano dei bandi europei (recentemente il comune di Palermo ha ottenuto un finanziamento di ben 5 milioni di euro), ancora una volta nel nostro caso saranno i cittadini sempre e comunque a pagare. Su questa partita si gettano le basi per un secondo dissesto. Auspico che sua Eccellenza il prefetto Longo, oggi alla guida della nostra municipalità, voglia approfondire, verificare e fare luce piena”, conclude Comito.

Leggi delibera

____________________________________________________________________
Seguici sulla nostra pagina Facebook de Il Tarlo

Articoli Correlati

Back to top button
Close