Cronaca

Piana degli Albanesi, combustione illecita di rame: arrestato un 37enne

I cavi di rame rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro: la combustione degli stessi aveva lo scopo di eliminarne la parte in plastica per la successiva rivendita del metallo


Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri di Piana degli Albanesi hanno tratto in arresto B.c., un trentasettenne di nazionalità rumena, domiciliato a Palermo, perché sorpreso ad incendiare circa 100 kg di cavi di rame all’interno dell’area di interesse comunitario “Natura 2000”. Il trentasettenne, insieme a quattro connazionali, aveva organizzato un barbecue sulla riva del lago, quando è stato fermato dai militari che nell’occasione hanno anche sanzionato amministrativamente i partecipanti per la violazione delle misure anti-Covid contenute nel D.P.C.M. del 3 novembre, in quanto gli stessi si trovavano al di fuori del proprio comune di residenza e in assembramento tra loro.


Con la collaborazione di personale del Corpo Forestale Regionale, i connazionali  venivano altresì sanzionati perché effettuavano attività di pesca senza la prescritta licenza, necessaria in base alla normativa vigente. I cavi di rame rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro: la combustione degli stessi aveva lo scopo di eliminarne la parte in plastica per la successiva rivendita del metallo. L’arresto del trentasettenne è stato convalidato questa mattina dal G.i.p. del Tribunale di Palermo.

______________________________________________________________________
Seguici sulla nostra pagina Facebook de Il Tarlo

Articoli Correlati

Back to top button
Close