Portale PlayStation: prova pratica con il nuovo dispositivo di riproduzione remota di Sony

Sony ha una lunga, seppur trascurata, storia nel campo dei giochi mobili. La PlayStation Portable è stata lanciata nel 2005, nell’era della PS3, portando con sé originali cartucce UMD e quella che all’epoca era una delle migliori grafiche mai viste su una console di gioco portatile. La sua PS Vita è stata lanciata nel 2011. Era amata dai suoi fan più accaniti, ma non ha mai ottenuto il supporto degli sviluppatori necessario per ritagliarsi un controllo significativo nel mercato dei dispositivi portatili, che Nintendo domina ancora oggi. Ma ora stiamo ottenendo una nuova PSP, in un certo senso:

PlayStation Portal è un dispositivo portatile da $ 200 che mette i giochi PS5 nel palmo della tua mano… purché sei connesso al Wi-Fi. Portal, precedentemente noto come Project Q, utilizza la funzionalità di riproduzione remota di PS5 per eseguire lo streaming di giochi dalla tua console. Ancora più importante, il Portale offre anche tutte le funzionalità e l’ergonomia dell’eccellente controller DualSense per PS5, incluso feedback tattile, trigger adattivi e un proprio touchpad.

Per essere chiari, Portal non fa nulla di intrinsecamente nuovo. La riproduzione remota esiste fin dall’era della PS3 e ti consente di trasmettere in streaming i giochi dalla tua console a un dispositivo mobile, smartphone, tablet, PC o Mac. Tuttavia, la riproduzione remota non è mai stata un’esperienza perfetta: stai compromettendo la qualità visiva, la configurazione dei controlli, l’ergonomia o tutto quanto sopra. Puoi farlo funzionare, ma non è molto comodo.

Tutte le migliori funzionalità di DualSense sono qui.

L’obiettivo di PlayStation Portal è eliminare questi punti critici e rendere la riproduzione remota semplice come prenderlo in mano e giocare. Il Portale può fare qualcosa che gli altri dispositivi di riproduzione remota non possono fare: attiva la tua PS5 non appena viene accesa, così è pronta. Il suo design prende essenzialmente un controller DualSense standard, lo taglia a metà e posiziona due impugnature di controllo sul lato di uno schermo LCD 1080p da 8 pollici. Certo, è un po’ strano quando sei abituato ai design più unici degli attuali dispositivi portatili come Nintendo Switch e Steam Deck di Valve, ma è anche più leggero di entrambi pur offrendoti uno schermo grande e controlli a grandezza naturale.

Le impugnature DualSense sembrano un controller DualSense completamente normale e tutte le sue migliori funzionalità sono qui. Se sperimentato con Astro’s Playroom, il display touch sembrava esattamente lo stesso di quando l’ho sperimentato su DualSense e i trigger adattivi di Portal simulano il tiro dell’arco di Aloy in Horizon Forbidden West esattamente allo stesso modo. È disponibile anche il touchpad del DualSense, anche se invece di un singolo pad centrale, appaiono due aree touch in basso a sinistra e a destra dello schermo quando viene toccato. L’unica funzionalità DualSense mancante, tecnicamente parlando, è la barra luminosa, ma si tratta di un’omissione perdonabile considerando quanto sia insignificante per la maggior parte dei giochi.

READ  Xbox possiede lo studio per Doom: The Dark Ages, ma Phil Spencer afferma che l'FPS arriverà su PS5 perché Doom è un "franchise che tutti meritano di giocare".

Oltre a tutti i normali ingressi DualSense, c’è una porta USB-C per la ricarica, un jack da 3,5 mm per cuffie cablate e un piccolo paio di griglie per gli altoparlanti se non hai voglia di usare le cuffie. Dal punto di vista della connettività, supporta Wi-Fi e PlayStation Link – ne parleremo tra poco – ma non Bluetooth.

Lo schermo da 8 pollici sembra ampio.

In termini di qualità visiva, PlayStation Portal si comporta abbastanza bene. Lo schermo LCD da 8 pollici a 60 Hz traduce le immagini di qualità PS5 in un formato portatile. I colori sembravano luminosi e vibranti, anche se Sony non mi ha fornito alcuna luminosità, gamma cromatica o specifiche HDR oltre al pannello LCD, e la risoluzione 1080p offre una densità di pixel impressionante per le dimensioni dello schermo. Sembra bello come giocare su una TV OLED da 65 pollici? ovviamente no. Ma in termini di dispositivi mobili, lo schermo da 8 pollici sembra spazioso.

Il video, ovviamente, viene trasmesso in streaming dalla tua PS5 anziché riprodotto localmente sul dispositivo, e la proverbiale Spada di Damocle che pende su tutti gli streamer di gioco ha sempre latenza, o il leggero ritardo tra il momento in cui viene premuto un pulsante e il momento in cui l’azione si svolge. è sullo schermo risponde. Durante la demo, ho giocato ad Astro’s Playroom, Horizon Forbidden West e Returnal e, sebbene non sia stato in grado di eseguire misurazioni esatte, non ho riscontrato alcuna latenza evidente. Naturalmente, questa era una demo privata in condizioni ideali, quindi l’esperienza poteva cambiare a seconda della configurazione Wi-Fi personale.

telecomando

L’uso di PlayStation Portal per la riproduzione remota, piuttosto che per lo streaming sul cloud, lo distingue dalla maggior parte delle altre piattaforme di streaming di giochi come Xbox Cloud Streaming e Nvidia GeForce Now. Che tu sia nella stessa stanza o dall’altra parte del mondo, la tua console domestica PS5 si accende e riproduce il tuo gioco, inviato direttamente a te, a differenza del cloud gaming in cui il gioco a cui stai giocando è in esecuzione. qualche server remoto. Ovviamente, questo significa che hai bisogno di una PS5 per utilizzare PlayStation Portal, ma significa anche che lì non ci sono solo il tuo account, i tuoi progressi e i trofei, ma anche la schermata principale della PS5. Puoi passare da un gioco all’altro o persino avviare qualsiasi altra app per PS5, proprio come se stessi giocando in diretta in TV, mentre con il cloud gaming di solito devi mettere in pausa e riconnetterti se vuoi cambiare gioco. È decisamente più fluido.

READ  Samsung protegge nuovamente lo schermo OLED dal burn-in con l'aggiornamento One UI 6.1

Tuttavia, non è necessario trovarsi nella stessa stanza o sulla stessa rete locale della tua PS5 per riprodurre in streaming i tuoi giochi. L’esperienza sarà più ideale quando sarai a casa, ma finché la tua connessione domestica e la connessione nel luogo in cui stai giocando saranno forti, funzionerà comunque, anche se la latenza diventa un fattore molto più importante in queste circostanze.

Per essere chiari, il gateway non esegue nulla in modo nativo, nemmeno le applicazioni di base. Quindi, se il tuo Wi-Fi si interrompe o qualcun altro desidera utilizzare la tua PS5, non funzionerà. L’interfaccia utente di sistema sulla mia unità demo non era definitiva, quindi non sono riuscito a vedere come fosse l’esperienza iniziale quando ho avviato e avviato il dispositivo, ma mi è stato detto che ci sarebbe stata una semplice interfaccia utente per la connessione a una rete Wi-Fi rete e stabilire una connessione di riproduzione remota. Questo è tutto, però: non potrai usarlo per connetterti ad altre piattaforme di streaming di giochi o come dispositivo multimediale, anche se tecnicamente una volta connesso alla tua PS5 puoi caricare Netflix E trasmettetelo in streaming al cancello.

Per l’audio, il Portale ha un jack per cuffie da 3,5 mm e un piccolo set di altoparlanti tollerabili ma niente di speciale. Ricorda, non è disponibile il Bluetooth, quindi non sarai in grado di connetterti alle cuffie wireless in questo modo, nemmeno alle cuffie PlayStation Pulse 3D. Ha qualcosa chiamato PlayStation Link, il nuovo standard di connettività di Sony per i dispositivi PlayStation, ed è integrato in alcuni dei suoi nuovissimi hardware. Ho testato le nuove cuffie Pulse Elite e gli auricolari wireless Pulse Explore e sono le uniche cuffie attualmente annunciate che utilizzano lo standard, ma Sony mi ha detto che PlayStation Link sarà disponibile per i produttori di cuffie di terze parti da utilizzare in futuro. prodotti, ma è ancora molto lontano. È un po’ deludente dover acquistare cuffie nuove di zecca da utilizzare con il gateway, poiché ciò aumenterebbe i costi.

La durata della batteria è un altro grande punto interrogativo.

La durata della batteria è un altro grande punto interrogativo. La dimensione della batteria del Portale non è stata ancora definita, quindi Sony non era disposta a fare alcuna stima su quanto tempo sarai in grado di giocare senza restrizioni. Normalmente non lo sarei Anche Infastidito da ciò, considerando che senza un processore assetato di energia all’interno, penseresti che il Portale dovrebbe teoricamente avere una durata molto più lunga di qualcosa come Switch o Steam Deck. D’altra parte, il DualSense standard è noto per la sua breve durata tra una ricarica e l’altra e non ha uno schermo per accenderlo. Speriamo che ci sia una batteria di grandi dimensioni inserita nella parte del tablet del cancello, altrimenti potremmo non vedere l’ora di doverla collegare ogni poche ore. In ogni caso, saremo sicuri di testarlo una volta che avremo finalizzato la revisione del Portale PlayStation entro la fine dell’anno.

READ  L'Immortalis di nuova generazione di Arm è ancora più potente ed efficiente dal punto di vista energetico

L’ultima domanda che so che molte persone si pongono è: a chi è esattamente questo dispositivo? Il costo di una finestra di accesso remoto alla tua PS5 è di $ 200. A questo prezzo sinceramente lo comprerei. È improbabile che il Portale sia il modo principale per giocare ai giochi PS5: ecco a cosa serve la tua TV. Ma per quelle volte in cui qualcun altro vuole usare la TV, o magari hai dei bambini piccoli a casa e non vuoi God of War sul grande schermo, forse vuoi solo poter giocare in una stanza diversa senza comprarne un’altra tutta la televisione. In questo scenario, il portale presenta un caso d’uso convincente. E anche se non è così portatile per i giochi in movimento come Switch o Steam Deck, è meno costoso e ti consente di continuare a giocare con la tua PS5 mentre sei lontano, purché la tua destinazione abbia una buona connessione Internet. Probabilmente non dovresti contare sul fatto che il Wi-Fi dell’hotel sia abbastanza potente da gestire la connessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto