Si prevede che Brandon Ingram diventi disponibile per lo scambio non appena il mercato delle ali verrà messo a fuoco

Con il Draft NBA 2024 terminato, si prevede che il mercato delle transazioni della lega continuerà ad essere attivo durante il fine settimana, hanno riferito fonti della lega a Yahoo Sports, poiché diversi club cercano di aggiungere giocatori per la prossima stagione o adeguare gli stipendi prima dell’anno fiscale 2024-25 che inizia quando la free agency apre alle 18:00 EST di domenica.

Ad esempio, il secondo round del draft di giovedì ha visto i Denver Nuggets inviare tre future scelte al secondo round a Charlotte, secondo le fonti, per spostare lo stipendio di 5,2 milioni di dollari di Reggie Jackson. La mossa aprirebbe la flessibilità necessaria per Denver mentre lo staff NBA si prepara all’uscita di Kentavious Caldwell-Pope dei Denver Nuggets tramite free agency dopo che giovedì il veterano ha rifiutato la sua player option da $ 15,4 milioni.

Ci sono molte altre decisioni importanti riguardanti le opzioni dei giocatori e le garanzie contrattuali che incombono nelle prossime 48 ore, forse nessuna più importante dell’opzione da 48,7 milioni di dollari di Paul George di rimanere con i Clippers – che potrebbe tranquillamente rifiutare e unirsi a Caldwell-Pope sul mercato aperto. . Un altro giocatore esterno che dovrebbe tenere in considerazione questo mix di talenti circostanti, Brandon Ingram, dovrebbe diventare disponibile per lo scambio con New Orleans, hanno detto fonti della lega a Yahoo Sports, se la rappresentanza di Ingram e il front office dei Pelicans non riuscissero a trovare un accordo a lungo termine. accordo di estensione della partnership prima che Ingram entri nell’ultimo anno del suo attuale contratto nel 2024-25.

David Griffin ha detto ai giornalisti dopo la partita del primo turno di mercoledì sera che i Pelicans sperano di trattenere Ingram e che Ingram vuole restare a New Orleans. Ma i Pelicans non hanno mai pagato la tassa sul lusso, e New Orleans dovrà probabilmente limitare il potenziale stipendio di Ingram.

Le fonti hanno detto che Ingram è elencato tra gli obiettivi di Filadelfia in questa offseason, da qualche parte sotto George, anche se non è del tutto chiaro dove Ingram si collochi tra la proverbiale serie di obiettivi dei Sixers per lo slot tra Joel Embiid e Tyrese Maxey. Se George rifiutasse Filadelfia, i Sixers potrebbero facilmente acquisire Ingram nel loro limite di 60 milioni di dollari, ma le tre scelte di Philly al primo turno potrebbero essere sufficienti per Ingram?

READ  I Phillies hanno vinto la quarta vittoria consecutiva grazie all'uscita di Zach Wheeler

I funzionari della Lega stanno ancora menzionando Cleveland come potenziale sostituto di Ingram, ma non esiste un percorso diretto per far funzionare un simile accordo con i Cavaliers. Mentre Cleveland mantiene l’interesse per Ingram e apprezza le sue capacità, lo staff dei Cavaliers ha mantenuto la sua riluttanza a separarsi dal nucleo della squadra composto da Donovan Mitchell, Darius Garland, Evan Mobley e Jarrett Allen, hanno detto fonti, mentre i personaggi dell’NBA continuano a prepararsi per firmare Mitchell per un’estensione redditizia. Senza separarsi da Allen, che è da tempo sul radar di New Orleans, è difficile trovare un percorso per portare Ingram nel nord-est dell’Ohio. (Un altro centro che i Pelicans hanno tenuto d’occhio, il colosso dei Nets Nick Clacton, è ora impegnato per altri quattro anni a $ 100 milioni a Brooklyn.) Fonti hanno detto che Cleveland non vuole separarsi nemmeno da Garland, anche se il suo rappresentante alla Klutch Sports cerca di spingere il proprio mestiere.

Atlanta è un’altra figura popolare nella lega menzionata da Ingram, ma non ci sono stati colloqui sostanziali tra Hawks e Pelicans, dicono le fonti, dal momento che le due squadre hanno discusso degli scenari commerciali che coinvolgono Dejounte Murray prima della scadenza commerciale di febbraio. Atlanta era così concentrata sulla scelta della scelta numero 1 nel draft di questa settimana, hanno detto fonti, che gli Hawks erano quindi determinati a scambiarsi al secondo turno, con Atlanta che alla fine ha preso Nikola Corisic. Si prevede ora che gli Hawks valuteranno le possibilità di scambio per Murray, la guardia All-Star Trae Young, Clint Capela e il resto dei giocatori del loro roster non nominati come Jalen Johnson e Zachary Reisacher, hanno detto fonti. Fonti della lega hanno detto a Yahoo Sports, così come agli Spurs e ai Lakers, che Young ha in mente i Pelicans per potenziali squadre prossime favorite, ma l’adattamento di Young non ha mai avuto senso per una posizione di New Orleans che attualmente include C.J. McCollum nella sua zona di difesa.

READ  Come la MLB ha finalmente posto fine al regno dell'arbitro

Una squadra da tenere d’occhio per Ingram è Sacramento. I Kings hanno preso in considerazione percorsi per acquisire varie ali, da Kyle Kuzma a Zach LaVine, e Ingram potrebbe essere un’altra opzione da esplorare per Sacramento, ha detto la fonte. I Kings hanno le ali veterane Harrison Barnes e Kevin Huerter, che Sacramento ha immesso sul mercato alla recente scadenza, e combinano i loro stipendi per eguagliare all’incirca la cifra di 36 milioni di dollari di Ingram in scadenza per il 2024-25, ha detto una fonte.

I Jazz potrebbero avere fino a 40 milioni di dollari in cap, oltre a stipendi di veterani come John Collins e Jordan Clarkson e una serie di futuri capitali, per aggiungere qualsiasi giocatore sul mercato lungo la strada, da Ingram a George. Ecco perché lo Utah si è fatto strada nella lotteria di Mikal Bridges, hanno detto fonti, prima che i Nets mandassero la loro ala 27enne a New York.

I Jazz si ritrovano in una situazione simile a Brooklyn prima di buttare via Bridges: un roster incontrastato con un centro 27enne con un buon contratto a cui interessava l’intera lega. Nello Utah, quello sarebbe Lauri Markkanen, che è già stato nominato All-Star a differenza di Bridges e entrerà nell’ultimo anno del suo contratto se non troverà un prolungamento con lo Utah nei prossimi giorni e settimane. A questo punto, i Jazz dovrebbero dare la priorità alla ricerca di un prolungamento con Markkanen, hanno detto fonti, e i funzionari dello Stato dello Utah lo hanno chiarito mentre si avvicinano a Bridges. Ciò non impedirà alle squadre contendenti di chiamare e registrare il loro interesse per Markkanen, con la speranza che Utah decida di giocare come Brooklyn, se i Jazz non riescono a garantire qualcuno vicino alla stella numero 2 di Markkanen.

READ  I Lakers selezionano Bronny James nel draft NBA, abbinandolo a LeBron James

Lo Stato dello Utah sta chiaramente cercando di essere opportunista. Ci sono discussioni concrete tra i Jazz e gli Hawks riguardo Murray alla scadenza del contratto, hanno detto fonti. Le grandi mosse che potrebbero eventualmente arrivare dallo Utah quest’estate, oltre ad affrontare la situazione Markkanen, potrebbero presentare una delle circostanze più interessanti dell’offseason NBA.

Nel frattempo, i Nets sono aperti a lavorare con veterani come Cam Johnson e Dorian Finney-Smith, dicono le fonti, anche dopo aver firmato nuovamente Claxton.

I Bucks vengono ancora menzionati dallo staff della lega come una squadra da tenere d’occhio nel mercato commerciale. Milwaukee è riuscita ad acquisire un potenziale centro del futuro in Tyler Smith con la scelta numero 33 nel secondo turno di giovedì. Forse Smith potrebbe aiutare a sostituire Brook Lopez già in questa stagione, se Milwaukee si separa dal loro centro veterano che sta per entrare nell’ultimo anno del suo contratto. Anche i nomi di Pat Connaughton e Bobby Portis vengono ancora menzionati come candidati commerciali, dicono le fonti.

I Warriors affrontano un altro interessante problema sportivo. Secondo quanto riferito, Golden State ha accettato di aumentare il denaro garantito di Chris Paul per la stagione 2024-25 al fine di posticipare la scadenza effettiva della squadra per trattenere il suo stipendio di 30 milioni di dollari per il prossimo anno. Golden State ha già garantito 8 milioni di dollari per Kevon Looney dopo che Gary Payton II ha esercitato la sua player option da 9,1 milioni di dollari. Questi tre giocatori, insieme ad Andrew Wiggins, sono considerati potenziali contratti per la partenza dei Warriors, mentre Golden State tenta di rimodellare un roster contendente attorno a Stephen Curry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto