Alcamo

Sporting Alcamo più che amici… ‘cagnolazzi’

La compagine alcamese da oltre un decennio si distingue nel panorama dei campionati della Sicilia Occidentale per serietà, sportività e valori morali. Un gruppo di amici, prima che calciatori che nel corso degli anni sono passati da ragazzi appassionati di calcio a uomini di sport



La società del presidentissimo Giuseppe Lo Monaco da anni gravita nel gotha del calcio a 5 regionale dopo un lungo periodo in cui giocava con ottimi risultati in serie D. La compagine alcamese da oltre un decennio si distingue nel panorama dei campionati della Sicilia Occidentale per serietà, sportività e valori morali. Un gruppo di amici, prima che calciatori che nel corso degli anni sono passati da ragazzi appassionati di calcio a uomini di sport. Sono cresciuti sfidando formazioni sulla carta più forti e ottenuto qualche anno fa uno storico risultato con la promozione in serie C, unica squadra alcamese ad ottenerla. Uno zoccolo duro composto da amici veri come Fabio Dia, Daniele Rescio, Girolamo Turano, Fabrizio Orlando, Baldassarre Tessitore, Paolo Visco, Antonino Ferrara, Antonino Stellino,Sergio Crimi, a cui ogni stagione si sono aggiunti giovani validi.

L’esperienza dei ‘vecchi’ è stata fondamentale per raggiungere traguardi prestigiosi per lo Sporting club Alcamo come il traguardo della serie C1. Da 16 campionati lo Sporting Alcamo gioca nei campionati di calcio a 5, e quest’anno è stata inserita in un girone equilibrato che comprende il Cus Palermo, i cugini del Partinico, ma anche squadre lontane come il Canicattì, San Cataldo, Bagheria e la trasferta nell’isola di Pantelleria. Prima della sosta forzata per il Covid-19 la società del presidente Lo Monaco era rappresentata dallo staff tecnico composta dall’allenatore Giuseppe Messina, dal preparatore atletico Francesco Messina, dall’allenatore under 19 Stefano Di Girolamo e dall’allenatore serie D Daniele Rescio.

Tra i giocatori di spicco: Vito Butera, capocannoniere da due stagioni nello Sporting e secondo di tutto il campionato; Pietro Di Gaetano, giocatore di corsa e agilità; Francesco Margagliotti con la sua esperienza fatta personalità; Grillo Angelo il giovane portierone; e i giovanissimi Ivan Pioggia (2004),  Manuel Valenti (2004), Giuseppe Calandrino, Salvatore Melodia, Daniel Milana e il bomber Giovanni Leone. Lo Sporting Alcamo da anni ha coniato il nome in codice ‘cagnolazzi’, il cui significato è avvolto dal mistero e dalla goliardia di un gruppo che è una grande famiglia. Il nome nacque dopo una serata trascorsa dalla squadra in estate. Da allora i cagnolazzi ne hanno fatta tanta do strada, conservando lo spirito iniziale.

Articoli Correlati

Back to top button
Close