CronacaTrappeto

Trappeto. Arrivano le telecamere e-killer per stanare chi abbandona rifiuti sul territorio


Si azionano mediante comandi remoti, sono facilmente mimetizzabili e sono dotati di un sistema di autonomia che le rende indipendenti dalla rete elettrica, inoltre hanno un modem che permette l’immissione delle immagini direttamente negli uffici della Polizia Municipale che adesso anche a Trappeto avrà modo di monitorare le aree esterne e periferiche, spesso oggetto di abbandoni seriali di rifiuti. Parliamo delle e-killer, telecamere all’ultimo grido in fatto di controllo ambientale e che l’assessore Andrea Albano attende solo di poter piazzare sul territorio trappetese per iniziare la caccia agli sporcaccioni che continuano a non volersi adeguare alla raccolta differenziata. Un problema con cui Albano si misura fin dal suo insediamento e che ha caparbiamente affrontato utilizzando tutti gli strumenti in dote al piccolo Comune di Trappeto riuscendo a fermare gli abbandoni seriali di eternit in località San Cataldo e concentrandosi poi sul centro abitato e sulla raccolta differenziata partita in sordina durante i primi mesi del suo mandato e cresciuta a fine 2018 toccando il picco del 75,05% di differenziata nel mese di dicembre. Tanto lavoro c’è da fare ancora per l’ambiente, ma l’impegno dei trappetesi a rispettare il proprio territorio sembra essere finalmente radicato grazie anche alle attività di promozione promosse dall’Agesp e dal nuovo regolamento della raccolta porta a porta che inasprisce le sanzioni per il cattivo conferimento dei rifiuti. L’assessore all’Ambiente, che adesso potrà contare sull’occhio elettronico e si spera infallibile delle telecamere, dovrà portare avanti la battaglia all’inquinamento rafforzando la presenza comunale contro le micro-discariche delle periferie che fino ad ora hanno affossato la percentuale di differenziata su tutto il territorio, Albano, assessore-operaio ben visto dai suoi cittadini che sembra aver trovato la chiave giusta per riportare Trappeto tra i comuni virtuosi in fatto di gestione rifiuti avrà da oggi un aiuto in più per tutelare il rispetto dell’ambiente.

Articoli Correlati

Back to top button
Close