Control ZetaTrappeto

Trappeto. Due casi di covid-19 al Comune in 10 giorni, ecco perchè occorre parlarne in consiglio comunale

Dopo il secondo caso di una dipendente comunale risultata positiva al covid-19, sussiste l'urgenza di un confronto tra amministratori e consiglieri comunali per discutere su un piano di contenimento del virus


Due casi di covid-19 in dieci giorni, questo è il quadro di quanto emerge all’interno del municipio di Trappeto. Due dipendenti, entrambe di Partinico e dunque non direttamente attribuibili alle statistiche del comune marinaro che tuttavia deve migliorare l’aspetto comunicativo, occorre un metodo, ovvero un approccio strutturato ad eventuali casi che possono spargere a macchia d’olio l’infezione sul territorio comunale, i casi di San Giuseppe Jato e Villafrati devono essere da monito e – per quanto giusto e condivisibile – non basta lo zelo del primo cittadino a fronteggiare un nemico subdolo, che in qualsiasi momento potrebbe presentare il conto.

Interpellato dal quotidiano Diretta Sicilia, ieri, Santo Cosentino sembrava escludere un collegamento diretto tra il nuovo caso dell’impiegata positiva al covid-19 e quello della dipendente ASU dello scorso 25 settembre. In quel frangente il primo cittadino ordinò un giro di tamponi ed esami sierologici per tutti gli impiegati e gli amministratori del comune di Trappeto tenendo poco conto, forse, che il tempo di indagine era particolarmente esiguo per scovare nuove positività. Dunque, al netto di qualsivoglia (ne siamo certi) buona intenzione del primo cittadino a cui non si possono attribuire responsabilità, è bene tenere alta l’attenzione senza escludere a priori possibili correlazioni tra i due casi di positività all’interno del municipio. I tempi, del resto, non escludono un’ipotesi che potrebbe dare il via a nuove positività tra gli impiegati, per questo occorre un confronto concreto tra tutte le forze politiche del paese in cui sindaco e giunta comunale siano in grado di esporre concretamente con quale metodo intendono affrontare eventuali emergenze.

Sia ben inteso che Cosentino non ha obblighi in tal senso, ma a tutela della salute dei cittadini si fa appello al presidente del consiglio ed ai consiglieri di maggioranza e minoranza affinché sia convocato un consiglio comunale urgente in cui venga espressa chiarezza sulle nuove azioni adottate dall’amministrazione e su quali sono i consigli dell’ASP in tal senso, ad oggi oltre alle dipendenti comunale risultata positiva, Trappeto conta due isolamenti fiduciari tra il personale in forza al municipio. Informare cittadini sulla presenza di un piano di contenimento del diffondersi del virus è un gesto dovuto da Santo Cosentino, sindaco e primo tutore della salute pubblica dei trappetesi.

Articoli Correlati

Back to top button
Close