PoliticaTrappeto

Trappeto. Il sindachissimo va in aspettativa e chiede l’indennità, intanto i privati attivano la raccolta fondi per i bisognosi

Il primo cittadino trappetese chiede l'aspettativa alla clinica privata dove lavora come infermiere ed ottiene un'indennità di funzione di 1058,78 euro, i privati intanto avviano una raccolta fondi per le famiglie bisognose.

Sindaco a tempo pieno del comune di Trappeto, almeno fino al 17 aprile. Così Santo Cosentino ha chiesto ed ottenuto un periodo di aspettativa dalla Clinica Candela, struttura sanitaria privata presso cui presta servizio come infermiere.

Cosentino, dunque, sindachissimo per la prima volta dall’inizio del suo mandato e lo fa – nel pieno dell’emergenza coronavirus – senza rinunciare alla sua indennità di funzione stimata in € 1058,78 per il periodo marzo-aprile 2020.

Un primo cittadino che pare essere costretto a fare di necessità virtù in questi tempi di restrizione nazionale e mentre a Balestrate Rizzo e la sua amministrazione donano ben 3000 euro per l’acquisto di alimenti di prima necessità per le famiglie più indigenti, a Trappeto l’iniziativa non parte dalla politica ma da un cittadino lancia che una raccolta fondi di 1000 euro sul sito gofundme.com a favore dei trappetesi che in questo momento affrontano condizioni di particolare difficoltà economica, sono tanti, infatti, i lavoratori che non potranno usufruire degli ammortizzatori previsti dal decreto “Cura Italia” emanato dal governo Conte e che stanno affrontando un dramma dentro al dramma con risorse ridotte ormai a lumicino.

In attesa di scoprire se anche il comune di Trappeto attiverà un fondo di primo soccorso per i cittadini ormai ridotti all’osso è possibile contribuire su questa pagina di Gofundme.

Leggi tutto l'articolo

Articoli Correlati

Back to top button
Close