CronacaTrappeto

Trappeto. Le parole di Totò “Scocciapraia” dopo l’incidente: “Il peggio è passato, grazie a tutti per l’affetto di questi giorni”

Riceviamo un messaggio da Salvatore Orlando, volto conosciutissimo a Trappeto e non solo, vittima di un tremendo incidente in contrada Carrozza lo scorso 29 maggio



All’anagrafe Salvatore Orlando ma di fatto ha un soprannome che fa provincia e che graze alla sua simpatia e umanità ha valicato i confini tappetesi. Parliamo di Totò Scocciapraia, vittima venerdì scorso di un pauroso incidente lungo la via Madonna del Pontre che collega Trappeto a Partinico. Un impatto violentissimo in cui la sua vettura è rimasta coinvolta insieme ad un furgone, per Salvatore tanto spavento e diverse ammaccature che tuttavia non mettono a repentaglio la sua vita.

Ed è proprio dal letto dell’ospedale Villa Sofia di Palermo dove è ricoverato che Salvo scrive alla redazione de “Il Tarlo” chiedendo di poter avere modo di ringraziare i tantissimi che in queste ore hanno pregato affinchè le sue condizioni non fossero gravi come in un primo momento si era vociferato.  Di seguito le parole di Totò Scocciapraia che rassicura sulle sue condizioni e ripercorre le fasi del suo incidente.

L’incidente di c.da Carrozza

«Voglio rassicurare tutti gli amici che si sono preoccupati per la mia salute che sono fuori pericolo. – scrive Totò – È stato un bruttissimo incidente, ho fatto di tutto per scansarlo, ma purtroppo, mi sono trovato nel posto sbagliato, al momento sbagliato. Ho perso il controllo del posteriore della mia auto, in quella maledetta e sempre viscida curva, nel momento in cui passava il Signor T. con il suo camion. Per fortuna adesso riesco a respirare e scrivere.
Un augurio particolare va al signore alla guida del camion. Ringrazio di cuore, gli uomini delle Forze dell’Ordine, i pompieri ed il personale sanitario intervenuti, affinché si è potuto evitare il peggio. La degenza sarà lunga, ma sono vivo e l’affetto manifestato da centinaia di amici, è un motivo in più per andare avanti più forte di prima.».

A Salvo Scocciapraia che del suo nome e della sua persona ha saputo fare un carattere distintivo della sua persona vanno gli auguri di tutta la redazione de “Il Tarlo” che vogliamo idealmente estendere alla sua famiglia ed ai figli. In un anno così particolarmente sciagurato per la comunità trappetese stare qui a raccontare di una storia a lieto fine è un ottimo tonificante per lo spirito. Auguri Totò!

Articoli Correlati

Back to top button
Close