PoliticaTrappeto

Trappeto. Lettera shock di Albano a Randazzo: “Hai lasciato un paese da schifo e selfie di facciata”

L'assessore all'ambiente Albano attacca aspramente il suo predecessore con accuse durissime dopo la critica della minoranza sui rifiuti di Ciammarita e San Cataldo


L’assessore all’ambiente del comune di Trappeto non ci sta e va all’attacco del gruppo “Trappetesi” che in una nota aveva denunciato il caos rifiuti nelle contrade Ciammarita e San Cataldo seguito ad una comunicazione del calendario considerata non adeguata. Albano prende di petto il suo predecessore Salvo Randazzo: “Caro ex Assessore all’ambiente – scrive Albano in una lettera al “Il Tarlo” – voglio precisare che il disagio causato dalle variazioni straordinario delle giornate per il conferimento dei rifiuti, è un problema che coinvolge tanti altri comuni, variazioni fatte per trovare una soluzione al conferimento dell’organico che altrimenti non sarebbe stato raccolto per diversi giorni.”

L’assessore rivendica l’attività di promozione del nuovo calendario rivolgendosi ancora una volta a Randazzo: “Abbiamo inserito la comunicazione delle variazioni nel sito del comune, nella pagina fb del comune, appeso l’avviso in tutti i locali del paese e mandata la comunicazione di cambio raccolta anche alle TV locali. Questo non toglie che a qualcuno non sia arrivato questo avviso creando qualche disagio, ma stai sicuro che entro domani sarà tutto bonificato. Nella qualità di consigliere anche se di minoranza, nell’ottica del buonsenso, perchè non suggerisci, se ci sono altre soluzioni visto che quanto tu ERI assessore all’ambiente in questo Comune, di questi problemi li avevi tutto l’anno e non mi ricordo che il territorio era bonificato e pulito come adesso. Hai dimenticato per caso delle discariche a cielo aperto a San Cataldo durante il tuo mandato? Mi ricordo che si faceva uso di” Bob Cart” per bonificare.”

Il messaggio dell’assessore trappetese è un crescendo di attacchi verso il suo predecessore e la precedente gestione dei rifiuti, parole dure come “gestione da schifo” ed accuse di presenzialismo caricano di veleno la risposta di Albano: “Ti ricordo – continua il messaggio dell’assessore – che hai lasciato un paese da schifo durante il tuo mandato, abbandono di amianto a San Cataldo che non sei riuscito a fare togliere lasciando una zona di grande importanza archeologica in balia al degrado più assoluto. A me è bastato leggere il contratto stipulato tra Comune e Agesp, per vedere che era un servizio dovuto da parte dell’Agesp bonificare la zona. Forse distratto dai selfie che facevi in finte collaborazioni di pulizia di qualche piazzetta, mettendoti in posa solo per lo scatto e poi andavi via, e non trovando il tempo di studiare quello che competeva nella tua carica per avere ciò che spettava come servizio alla cittadinanza. Mentre io le piazzette le pulisco all’alba, lo faccio da tre anni in silenzio e non allo scopo pubblicitario e tantomeno con lo scopo di apparire, il mio è vero amore per la pulizia del territorio.”

Infine i muscoli mostrati dall’assessore in fatto di percentuale di differenziata: “Ti ricordo che il tuo limite di percentuale di raccolta differenziata ha lievemente superato il 40% – conclude Albano – mentre la percentuale di raccolta differenziata dell’amministrazione Cosentino è vicina all’80%, percentuale che non è il nostro traguardo in quanto puntiamo a percentuali più alte. Ti ricordo che durante il tuo mandato, il comune di Trappeto è arrivato, se non ricordo male, posizionato intorno al 170° poso nella graduatoria della Regione Sicilia per la raccolta differenziata. Noi siamo arrivati tra a collocare il nostro comune tra i primi in graduatoria su quasi 400 comuni della Sicilia. Caro ex assessore all’ambiente, tre anni fa avete perso le elezioni,fattene una ragione, questo tuo comportamento non ti porterà consensi elettorali, per quello ci vuole altro e piuttosto collabora per la crescita ed il bene del paese.”.

Articoli Correlati

Back to top button
Close