PoliticaTrappeto

Trappeto. Rifacimento Sp 43, montano le polemiche. Orlando: “Non servono i moniti di Randazzo per farci intervenire”


Non se le mandano certo a dire il Presidente del Consiglio del Comune di Trappeto, Salvatore Orlando ed il Consigliere di minoranza Salvatore Randazzo. Teatro della discussione è un post di denuncia pubblicato da Fabio Amato del “Patto per la salute e l’ambiente “Nino Amato” dove vengono segnalate delle pericolose buche sul manto stradale della Strada Provinciale 43, ad iniziare le danze è il Randazzo che commenta: «Oltre tre mesi fa abbiamo proposto al consiglio comunale di Trappeto di approvare proposta del gruppo di minoranza Trappetesi affinché ci si facesse sentire nei confronti dell’ex provincia  […] Attendiamo ancora la convocazione del consiglio comunale». Lo stesso Randazzo, in risposta ad altri commenti ha poi ironizzato circa la valenza dell’interpellanza presentata dal gruppo “Trappetesi”: «Fa piacere constatare che nell’attendere per tre mesi la discussione in consiglio comunale della nostra mozione, qualcuno si sia svegliato e si sia mosso…» una risposta, questa, che non è andata giù al Presidente Salvatore Orlando che prontamente ha replicato: «Mai io come Presidente del Consiglio sperpererei del denaro pubblico per fare un consiglio comunale per discutere di un problema solo per il fatto che ti viene in mente qualcosa e ti metti a scrivere richieste. Come capo gruppo ti invito per il futuro a chiedere informazioni sia all’amministrazione che agli uffici di competenza. Se lo avessi fatto ti saresti accorto che il Sindaco sin dal suo insediamento ha scritto ed ha incontrato i vertici della provincia ancor prima che tu scrivessi la richiesta di consiglio. La tua richiesta poteva conduttore ad uno spreco di soldi per la nostra cittadinanza. Una domanda che invece sorge spontanea è: come mai non risultano richieste precedenti a quella di Cosentino che portano la tua firma?». Randazzo contrattacca accusando Orlando di essere polemico, di parte ed ancorato al passato, riaffermando la necessità di parlarne in Consiglio e precisando che mozioni e richieste presentate non sono frutto della sua voglia di scrivere, ma sono condivise e firmate dall’intero gruppo di cui fa parte. Infine Orlando che ai microfoni del Tarlo dichiara: «Ho ritenuto rispondere in quanto non vorrei che si pensasse che grazie alle richieste del Consigliere Randazzo si portino avanti le azioni amministrative, non è così. Abbiamo carte alla mano per dimostrare l’immediata attenzione del Sindaco Cosentino sul problema. Siamo riusciti a stimolare la provincia per ottenere il finanziamento di rifacimento stradale tenendo conto delle nostre richieste, questo è un importante risultato ottenuto. Non è grazie all’azione – per altro tardiva – di Randazzo che si è arrivati a questi risultati. Vorrei altresì spendere due parole sulle polemiche mosse dallo stesso Consigliere del gruppo “Trappetesi” in merito al fatto che da tre mesi aspettano un Consiglio Comunale. Ricordo a Randazzo che il Consiglio è fatto per deliberare cioè per votare dei punti, non semplicemente per discutere, le discussioni si possono aggiungere in qualsiasi Consiglio utile in quanto è giusto attribuire un’utilità alle cose, ecco perchè ho ritenuto opportuno ribattere prontamente alle considerazioni del Consigliere Randazzo.»

Articoli Correlati

Back to top button
Close