CronacaPalermo

Truffa dello specchietto: siracusano di 53 anni arrestato a Misilmeri

Il malvivente ha cercato di mettere a segno, la truffa dello specchietto ai danni di un’anziana ultraottantenne di Bolognetta; ma il raggiro è andato male poiché la scena è stata notata dai passanti che hanno subito avvisato i Carabinieri



I Carabinieri di Misilmeri hanno tratto in arresto, per truffa aggravata, F.g.c. 53enne di Melilli (SR), già noto alle forze dell’ordine per analoghe vicende. Il malvivente ha cercato di mettere a segno, ai danni di un anziano ultraottantenne  di Bolognetta, la c.d. truffa dello specchietto; il raggiro però è andato male poiché la scena è stata notata dai passanti che hanno subito avvisato i Carabinieri.

I militari hanno raccolto le testimonianze dei presenti e visionato le immagini delle telecamere di sorveglianza, presenti sul posto, riuscendo tempestivamente a ricostruire la dinamica dei fatti. Il 53enne attraverso l’utilizzo di un lecca – lecca lanciato sulla carrozzeria della macchina individuata, simulava l’urto e poi mediante dei gessetti colorati, di volta in volta scelti in base al colore della carrozzeria dell’auto delle vittime, apponeva dei segni sullo specchietto così da rendere ancora più credibile il sinistro.

L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia dei Carabinieri di Misilmeri, come disposto dal Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Termini Imerese,  in attesa della convalida. Ieri mattina, dopo la convalida dell’arresto, l’autorità giudiziaria ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria del luogo di residenza.

Misilmeri

Il malvivente ha cercato di mettere a segno, la truffa dello specchietto ai danni di un’anziana ultraottantenne di Bolognetta; ma il raggiro è andato male poiché la scena è stata notata dai passanti che hanno subito avvisato i Carabinieri. L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia dei Carabinieri di Misilmeri, come disposto dal Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Termini Imerese, in attesa della convalida. Ieri mattina, dopo la convalida dell’arresto, l’autorità giudiziaria ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria del luogo di residenza

Publiée par Il Tarlo sur Mercredi 16 septembre 2020

______________________________________________________________________
Seguici sulla nostra pagina Facebook de Il Tarlo

 

Articoli Correlati

Back to top button
Close