Un bambino è rimasto intrappolato in una Tesla dopo che la sua batteria si è scaricata senza preavviso in mezzo a ondate di caldo record – “La sicurezza viene per ultima” in Tesla, dice un esperto

Una bambina di 20 mesi è stata recentemente in Arizona Chiuso all’interno di una Tesla La Model Y dopo che la batteria dell’auto si è scaricata, creando una “situazione pericolosa per la vita” in cui i vigili del fuoco hanno dovuto sfondare la portiera con un’ascia per salvarla.

Renee Sanchez, la nonna della ragazza, ha messo la ragazza nel suo seggiolino per auto per una gita allo zoo di Phoenix. Dopo aver chiuso la portiera sul retro, Sanchez è andata davanti alla sua macchina per scoprire che la portiera non si apriva: l’auto era morta.

“Non potevo entrare. La chiave del mio telefono non lo sbloccava. La chiave della mia carta non lo sbloccava”, ha detto alla rete di notizie locale. Famiglia AZ.

Michael Brooks, direttore esecutivo del Center for Auto Safety, senza scopo di lucro, ha dichiarato: fortuna Un bambino intrappolato in un’auto, nel caldo dell’Arizona, potrebbe diventare estremamente vulnerabile in 15 minuti. Dopo 30 minuti, molti bambini muoiono in auto roventi.

Sanchez, che si trovava di fronte a quella che Brooks descrisse come una situazione “pericolosa per la vita”, non ebbe altra scelta che chiamare i servizi di emergenza sanitaria. I vigili del fuoco di Scottsdale si precipitarono sul posto, poi si sentirono frustrati quando videro che tipo di veicolo era.

“La prima cosa che hanno detto è stata: ‘Oh, è una Tesla.'” “Non possiamo viaggiare con queste macchine”, ha detto Sanchez. “E io ho detto: ‘Non mi interessa se devi tagliare la mia macchina.’ metà. Tiralo fuori.”

I vigili del fuoco hanno sfondato la finestra con un’ascia, si sono arrampicati attraverso la finestra e hanno tirato fuori il bambino dall’auto.

READ  Le azioni sono rimaste poco modificate in vista dei dati chiave sull’inflazione

Anche se la ragazza stava “bene” per i primi minuti, si è spaventata moltissimo e ha iniziato a piangere durante il trambusto, ha detto Sanchez. I soccorritori le hanno regalato un berretto per calmarla una volta scesa dall’auto.

Dopo aver visto che sua nipote stava bene, “poi è arrivata la rabbia”, ha detto Sanchez. “Tutti i pensieri sono: ‘Oh mio Dio, avrebbe potuto andare molto peggio.’

La batteria da 12 volt, che alimenta i sistemi elettrici dell’auto, si è scaricata senza preavviso. Si suppone che le auto Tesla abbiano segnali di avvertimento costanti quando la batteria da 12 volt è scarica, ha affermato Mike Klimkowski, un esperto di veicoli elettrici.

Spegnere semplicemente la batteria “sembra molto strano”, ha aggiunto.

Un rappresentante del reparto assistenza di Tesla ha confermato a Sanchez di non aver effettivamente ricevuto alcun avvertimento. Tesla non ha risposto fortunaCommento richiesto al momento della stampa.

“La sicurezza viene per ultima”

meccanismo– descritto nella guida alla sicurezza online di Tesla – per i conducenti di sbloccare le loro auto quando sono bloccati fuori, qualcosa di cui né Sanchez né i vigili del fuoco venuti a salvare sua nipote erano a conoscenza. Ciò comporta l’apertura di un cerchio di tre pollici vicino alla parte anteriore del veicolo chiamato puntale, l’estrazione dei cavi all’interno e il collegamento di tali cavi a una fonte di alimentazione esterna (come un avviatore di emergenza portatile). Ciò consentirebbe di aprire il cofano del bagagliaio, consentendo ai conducenti di accedere alla batteria da 12 volt, che potrebbero quindi alimentare.

Per Klimkowski, che dirige l’A Senza scopo di lucro Dedicato all’insegnamento ai primi soccorritori sulla sicurezza dei veicoli elettrici, l’onere ricade sui vigili del fuoco se non sanno come utilizzare una Tesla. Afferma che il processo sarebbe stato più rapido e semplice rispetto all’hacking dell’auto.

READ  Non è più dato per scontato che la Cina diventi la più grande economia del mondo

“È responsabilità dei vigili del fuoco istruirsi”, ha detto Klimkowski. Tesla e la maggior parte delle altre case automobilistiche mettono a disposizione dei primi soccorritori una guida per la risposta alle emergenze sui propri siti Web. Klimkowski ha affermato che non spetta a questi produttori continuare a formare i vigili del fuoco.

Tuttavia, ammette che i vigili del fuoco locali non hanno una formazione specializzata sufficiente per gestire questi incidenti. Ecco perché ha creato la sua organizzazione no-profit: fornire risorse ai vigili del fuoco per ottenere aiuto esterno e “trasferirsi nel nuovo mondo”.

Brooks, direttore esecutivo del Center for Auto Safety, ritiene che sia “ridicolo” incolpare i vigili del fuoco per non sapere come aprire un’auto.

“Non è colpa dei vigili del fuoco se Tesla ha scelto serrature elettroniche per le porte che non dispongono di adeguate protezioni di emergenza”, ha affermato.

Tesla ha porte che possono essere aperte manualmente quando sei all’interno dell’auto e non puoi uscire, ma non sono contrassegnate, a differenza delle cinture di sicurezza e degli airbag. Questa è stata la scelta di Tesla di anteporre “la forma alla funzione”, ha detto Brooks, e alla fine era “pericolosa”.

“Quando non esiste uno standard federale che specifichi come vengono fabbricati questi veicoli, Tesla raramente sceglie metodi sicuri”, ha osservato Brooks. “Di solito scelgono qualcosa di glamour: la sicurezza viene per ultima”.

Brooks ha aggiunto che questo incidente ha contribuito a “un fallimento globale nella cultura della sicurezza di Tesla”. All’inizio di quest’anno, Tesla è stata costretta a richiamare quasi 2,2 milioni di veicoli in quasi tutti i modelli venduti dal 2012. L’anno scorso, Angela Chao, CEO del settore della ricarica e cognata del leader della minoranza al Senato Mitch McConnell, è morta dopo averla guidata Tesla sull’autostrada. Lake e rimase intrappolato.

READ  Un aereo della United Airlines è dovuto rientrare a Chicago a causa di un problema di manutenzione

Tuttavia, Klimkowski ha ritenuto ingiusto incolpare Tesla per il problema affrontato da tutti i veicoli dotati di sistemi di apertura elettrica delle porte. Ha detto che Tesla sta facendo del suo meglio per rendere la punta chiara e visibile ai primi soccorritori.

Ma ci sono migliaia di operatori di primo soccorso e almeno 150 tipi diversi di veicoli; Non ci si può aspettare che i vigili del fuoco memorizzino le procedure di sicurezza per ogni veicolo, ha detto Brooks. Tesla non dovrebbe nascondere le sue caratteristiche di sicurezza per motivi di apparenza.

Da parte sua, Sanchez si è schierata con il campo di Brooks, dicendo che Tesla ha bisogno di sistemi di emergenza migliori e di una maggiore istruzione per i primi soccorritori. Era un’ex fan di Tesla, ma questo episodio l’ha allontanata dalla compagnia.

“Io do sostegno a Tesla. Quando funziona, è grandioso, ma quando non funziona, può essere mortale”, ha detto Sanchez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto